Aspirazione di ricotta e visciole: torta di ricotta e visciole allo zafferano e caffè

Torta di ricotta e visciole con crema di ricotta allo zafferano, frolla al caffè e confettura di visciole mista a mostarda di fragoline

La torta di ricotta e visciole allo zafferano e caffè è una ricetta che aspira a replicare un classico della pasticceria romana: la crostata di ricotta e visciole.

LO SPUNTO DELLA TORTA RICOTTA E VISCIOLE: TALENT FOR FOOD

In genere racconto sempre alla fine del post cosa abbia ispirato la ricetta, in questo caso invece lo spunto per la ricetta è la premessa.

In tutta onestà, avendo già fatto sul blog la versione classica della crostata ricotta e visciole, confesso che non mi sarebbe venuto in mente di replicare la ricetta facendone una versione alternativa.

Di fatti la ricetta ha per spunto il contest “Talent for food” nato dalla collaborazione di aziende dei Gruppi Alimentare, Vinicolo, Distillati e Liquori di Assindustria Venetocentro – Imprenditori Padova e Treviso e dalla Regione Veneto,  in collaborazione con Associazione Italiana Food Blogger (Aifb), e DIEFFE Accademia delle Professioni.

Quaranta food blogger selezionate con lo scopo di valorizzare le eccellenze della filiera agroalimentare veneta attraverso le proprie ricette.

LE REGOLE DEL CONTEST

Ciascuna blogger è stata dotata di una mistery box contenente 18 prodotti (vedesi elenco in calce) fra i quali scegliere almeno cinque ingredienti oltre a un animale della corte veneta (o suoi derivati come ad esempio le uova).

Per quanto concerne il contest, lo scorso anno le ricette da ideare erano lasciate alla libera fantasia, quest’anno invece viene è stata richiesta una sola ricetta ma ispirata alla propria tradizione tenendo conto degli ingredienti ricevuti.

Devo dire che il paniere di prodotti si prestava di più a ricette salate ma io da subito ho avuto il trasporto per un dolce.

TORTA DI RICOTTA E VISCIOLE: PERCHE’ “ASPIRAZIONE” DI UN CLASSICO ROMANO

La crostata è uno dei miei dolci preferiti, i dolci con la ricotta li trovo invitanti forse per questo la mia genetica “romana” ha avviato una sinapsi neuronale che mi ha condotto al ricordo della famosa ricotta e visciole.

Più che la vera crostata romana, la definirei un’ aspirazione alla ricotta e visciole perchè per realizzarla ho dovuto adattare la ricetta agli ingredienti che avevo a disposizione e stravolgerla un pochino.

TORTA DI RICOTTA E VISCIOLE: LE BASI DELLA RICETTA

Come base ho ideato così una frolla di farine miste (bianca e integrale) aromatizzata con polvere di caffè (un profumo che non vi dico!).

Per il ripieno ho fatto una crema di ricotta con lo zafferano che gli ha conferito quel bel colore giallo e un aroma gradevole e particolare.

L’ardimento però è stato mettere una punta di mostarda di fragoline di bosco nella confettura di visciole.

Ma la nota pungente della mostarda in contrasto a quella dolce della crema e della frolla, invece ha dato quel carattere di particolarità a questa torta ricotta e visciole.

SUGGERIMENTI

In questo dolce insieme alla confettura di visciole ho utilizzato la mostarda di fragoline con ha un sapore delicato e dolcemente candito che conferisce una nota particolare al dolce.

L’ingrediente, tuttavia, non è essenziale per cui se volete mantenere un sapore tradizionale potete ometterla usando soltanto la confettura di visciole..

Vi consiglio di usare uno stampo microforato con base rimovibile così sarete agevolati quando dovrete togliere il dolce dallo stampo.

Torta con crema allo zafferano e frolla al caffè con ripieno di visciole e mostarda dolce

Con questa ricetta partecipo al Contest “Talent for food” edizione 2019

Crostata al caffè con crema di ricotta allo zafferano

Ingredienti per la frolla:

Ingredienti per la farcia:
Preparazione:

Per prima cosa mettete la ricotta in un colino per fargli perdere il siero in eccesso.

Per la frolla mettete in un mixer le due farine, lo zucchero, la polvere di caffè e il burro freddo tagliato a pezzetti.

Azionate le lame per pochi secondi fino a ottenere un effetto sabbiato.

Fermate le lame, riversare il composto in uno ciotola oppure sul tavolo infarinato aggiungere un uovo alla volta e lavorate fino a ottenere un impasto compatto ed elastico.

Avvolgetelo nella pellicola per alimenti e mettetelo a riposare in frigorifero per mezz’ora.

Nel frattempo dedicatevi alla crema.

Stemperate il latte (deve essere appena tiepido) e scioglietevi lo zafferano.

Setacciate la ricotta di pecora e raccoglietela in una terrina, aggiungete il latte con lo zafferano, le uova e lo zucchero.

Mescolate con cura fino a ottenere una crema omogenea.

Sminuzzate le fragoline e unitele alla confettura di visciole e mescolate.

Stendete la frolla a uno spessore di 6/8 mm e con una parte d’impasto ricavate delle losanghe per decorare il dolce.

Rivestite una teglia imburrata e infarinata con la frolla e bucherellatene la base con i rebbi di una forchetta.

Cospargete la base della torta con uno strato di confettura di visciole e formate un secondo strato con la crema di ricotta.

Decorate la crostata con le strisce di frolla.

Infornate nel forno preriscaldato e fate cuocere 180° per 45/50 minuti.

Crostata ricotta e visciole rivisita con crema di ricotta allo zafferano e pasta frolla al caffè. Nella foto dolce nel vassoio con una fetta tagliata adagiata sulla paletta per torte

Questi i prodotti presenti nella Mistery Box:

Talent for food Mistery box

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.