“Ti presento un libro di cucina” – ogni giovedì nel mio regno dei libri

Ti presento un libro di cucina” perchè come affermava Giacomo Leopardi..

Un buon libro è un compagno che ci fa passare dei momenti felici.”

LA PREMESSA: IL LOCKDOWN E UN VIRUS SCONOSCIUTO CHIAMATO COVID

Galeotto fu il (primo) lockdown!

Circa un anno fa, a causa della segregazione in casa per il Covid, nasceva questa mia rubrica.

Ormai passerà alla storia questo virus proveniente dalla Cina che ha sconvolto le nostre esistenze, sdradiscato certezze e ci ha scombussolato la vita.

Chiusi nelle abitazioni ci siamo dovuti reinventare per tenerci impegnati.

Molti si sono riversati sulla cucina come fosse il ring in cui disputare un incontro di boxe e scaricare lo stress.

Ci si è sfidati a suon di spadellamenti: nel privato e con le dirette sui social.

C’è stata così la riscoperta delle panificazione (e la corsa disperata ai lieviti), della pizza con le bolle, dei lievitati grazie ai tanto tempo disponibile.

Da sempre bisogno primordiale, possiamo senza dubbio dire che la cucina ci ha salvato tenendoci impegnati.

TI PRESENTO UN LIBRO DI CUCINA: OGNI GIOVEDì UN LIBRO DI CUCINA SULLE MIE STORIES INSTAGRAM

Ispirata dal pensiero di Giacomo Leopardi secondo il quale “Un buon libro è un compagno che ci fa passare momenti felici“, un anno fa il 12 marzo, è nata questa rubrica.

Nata come necessità cogente poiché lavorando in smart working tutto il giorno fino a sera non avevo tempo di cucinare a manetta come le altre blogger.

Soprattutto è stata la volontà di regalare a chi mi segue un contenuto alternativo all’inondazione di ricette a cui si stava assistendo.

Una sera dopo il lavoro prendo uno dei miei libri preferiti, Racconti di Cucina di Angela Frenda, e lo sfoglio sulle mie stories Instagram raccontandolo.

A braccio ho raccontato dapprima chi fosse l’autrice, poi ho sfogliato il libro spiegando com’era strutturato e il tipo di ricette.

Inaspettatamente ho cominciato a ricevere molti messaggi in direct di apprezzamento e più di una persona mi ha chiesto di proseguire con l’appuntamento.

Così dapprima random, questo appuntamento casuale si è trasformato in una rubrica settimanale fissa chiamata “Ti presento un libro di cucina”.

Adesso ogni giovedì vi accolgo nel regno dei miei libri di cucina (foto esemplificativa sopra), selezionati e acquistati da me negli anni.

LE RADICI: LA CUCINA ITALIANA

Ti presento un libro di cucina  - Cucina Serena

Come ho espresso più volte presentandomi qui sul blog, e nelle diverse interviste da blogger che mi hanno fatto, la cucina per me è anch’essa una forma di cultura.

Di fatti sul mio blog non suggerisco soltanto ricette ma racconto “storie di ricette“.

La loro origine eventuali leggende o aneddoti curiosi che riguardano un piatto.

Il mio fil rouge è principalmente la tradizione italiana e i punti di riferimento in ambito culinario del nostro paese.

Nella rubrica racconto quindi di chef italiani e del loro percorso, come quello dello chef pugliese Domenico Ottaviano autore di “Polpo e Spada” (ed Sime Books).

Dopo aver studiato scienza gastronomica e tecnologi alimentari, tentato la sua strada del giornalismo, è tornato alle origini, nel ristorante di famiglia al Trabucco da Mimì, dove tutt’oggi cucina.

E poi come non parlare dei libri di Cracco con un approccio alle basi della cucina per dummies.

Di lui ho anche raccontato l’incontro a Identità Golose dove gli ho fatto presente che per rifare il suo rombo in crosta cacao (tratto dal suo libro “Se vuoi fare il figo usa lo scalogno“) avevo speso un occhio della testa.

E lui candidamente aveva risposto “eh ma dipende da dove lo compri!?”.

Per ricoprirlo ci sono voluti 600 grammi di gruè di cacao, vi assicuro che a prescindere da dove lo compri il costo non è economico.

Della serie trova la differenza di vedute tra uno chef stellato e una semplice blogger”.

Divulgatori scientifici che hanno applicato alla cucina le proprie conoscenze per raccontare le reazioni chimiche che si sviluppano in cucina. E’ il caso di Dario Bressanini con la sua “Scienza della Pasticceria” (e i sequel scienza della carne e delle verdure).

Giornalisti gastronomici come Angela Frenda, food editor del Corriere della sera, direttrice di Cook Magazine ogni mese in edicola autrice di diversi libri di ricette.

LE CONTAMINAZIONI STRANIERE: GLI AUTORI ESTERI PIU’ CELEBRI

Ti presento un libro di cucina - Cucina Serena food blogger Serena Bringheli

Quando si parla di autori stranieri, parliamo per lo più di protagonisti del tubo catodico.

Vi ho parlato dello chef stellato britannico Nathan Outlaw (poco noto in Italia), specializzato in cucina di mare e protagonista di programmi tv.

Il suo Restaurant Nathan Outlaw in Cornovaglia è stato insignito di due stelle Michelin e il suo libro Fish Kitchen rappresenta la sua cucina.

Altro noto personaggio famoso è Vefa Alexiadou, madrina della cucina greca, che ha fatto parte del Comitato per la conservazione della gastronomia tradizionale greca.

Nella vita era una chimica che ha abbandonato la carriera scientifica per dedicarsi alla cucina; oggi presenta programmi di cucina, scrive per riviste e ha all’attivo diversi libri di cucina tradotti e premiati in tutto il mondo.

Fra gli chef esteri più notim menzione obbligata per Yotam Ottolenghi.

Nato a Gerusalemme, laureato in filosofia estetica con dottorato in letteratura comparata, dedito poi alla sua vocazione per la cucina.

Definito dal New Yorker chef filosofo per la sua visione avanguardista che perora la democratizzazione della cucina, asserendo che le stelle Michelin sono cosa superata.

Chef, autore di best sellers internazionali di cucina, partecipazioni in programmi tv e scrittore per The Guardian dove tiene la rubrica The new vegetarian.

Parlando di cucina britannica un cenno merita anche Jamie Oliver, chef, ristoratore, autore di libri nonché famoso personaggio televisivo.

Ha appreso l’arte della cucina italiana lavorando presso lo chef Antonio Carluccio dalla quale è rimasto influenzato.

Conosciuto come “naked chef” per la sua idea di concentrarsi sull’essenza degli ingredienti non essendo necessario vestire la materia prima per renderla gustosa.

Ha creato una sula rivista Jamie Magazine tradotta e venduta in molti paesi (disponibile anche in Italia)

A completare la scena di volti televisivi noti inglesi Nigella Lawson, considerata la dea del focolare britannico.

Laureata in letteratura ha studiato italiano, è venuta a perfezionarlo a Firenze dove ha lavorato presso una pensione a conduzione familiare apprendendo la cucinare italiana.

In seguito diventa giornalista, redattore e poi una conduttrice televisiva conosciuta a livello internazionale.

“TI PRESENTO UN LIBRO DI CUCINA”: NON SOLO RICETTE MA ANCHE TECNICHE IMPIATTAMENTO E APPROFONDIMENTI

#tipresentounlibrodicucina - Cucina Serena

Nel mio errabondare fra libri italiani ed esteri, ho trattato anche qualcuno più tecnico su impiattamento, consigli e segreti per padroneggiare la cucina più consapevolmente.

Ti presento un libro di cucina - Cucina Serena curata da Serena Bringheli

Altri su tematiche varie: macro argomenti (erbe, olio..), cucina ecosostenibile e del riciclo o vere lezioni di cucina dei grandi chef come quelle di Niko Romito.

Questa è stata solo una piccola carrellata di questo anno insieme con oltre 30 libri sfogliati insieme.

Per vedere quelli che ho trattato sin ora, andate sul mio profilo Instagram e cercate l’highlight denominato cooking books.

Vi aspetto oggi giovedì sera, come ogni giovedì, sul mio profilo per scoprirne altri insieme.

I libri sono sempre un’ottima fonte di ispirazione e come diceva Leopardi ci fa passare momenti felici e spensierati aggiungerei io.

Ringraziamenti:

Case editrici supporters della rubrica: Sime books, Gribaudo

Photo di Luigi Vitiello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.