Papaccelle ‘mbuttunate ripiene di tonno al forno

Papaccelle 'mbuttunate ripiene di tonno al forno

Papaccelle ‘mbuttunate ripiene di tonno al forno un secondo piatto facile molto saporito e pratico da consumare vista la dimensione di peperone.

PAPACCELLE ‘MBUTTUNATE : TIPS & TRICK (CONSIGLI)

Per fare le papacelle ‘mbuttunate vi consiglio di scegliere papacelle ben sode, liscie e preferibilmente della stessa grandezza in modo che cuociano uniformemente.

Per il ripieno io utilizzo fette di pane in cassetta americano perché ha una mollica più compatta che lega meglio gli ingredienti.

Il risultato è una farcitura più soda (a me piace così), se invece preferite un ripieno più morbido e sbricioloso utilizzate la mollica di pane tipo pagnotta.

Vi raccomando, inoltre, di utilizzare una buona qualità di tonno dalla polpa rosa e compatta.

Tenete per ultimo la salatura della farcia perché sia il tonno che i capperi hanno una spiccata sapidità.

Vi consiglio quindi, una volta assemblati tutti gli ingredienti, di assaggiare la farcitura e regolare solo alla fine di sale.

La ricetta tradizionale prevede anche l’impiego di olive nere che io ho omesso per mitigare sapidità e l’intensità di sapore del ripieno.

Se volete fare la ricetta fedele a quella originale aggiungetene un cucchiaio agli altri ingredienti.

CONOSCIAMO LA PAPACELLA..

La papacella (cd pappacella riccia) è un tipo di peperone polputo e corto con diametro massimo di 8-10 dal sapore dolce, di origine napoletana diventato presidio slow food dal 2004.

Questa tipologia di verdura viene coltivata a febbraio nelle zone del vesuviano (Brusciano in particolare), e in parte minore nel napoletano, per essere raccolta nel periodo che va da luglio sino alla fine di ottobre, primi di novembre.

La loro coltivazione è gestita per file distanziate tra loro di 40 cm, ciascuna di un colore diverso.

I colori di questa tipologia di peperone sono intensi e variano fra rosso, giallo e verde.

La versione tardiva è utilizzata per lo più per farne conserve sott’aceto per l’inverno che vengono usate per l’insalata di rinforzo tipica del natale napoletano.

DA DOVE DERIVA IL NOME

L’origine del nome rimbalza fra una teoria popolare che lo fa risalire al cognome di una famiglia campana che coltivava quest’ortaggio, i Papaccia.

Mentre quella più razionale la farebbe derivare dalla parola latina pipiricellam, paparicellam, paparcella, pappacella.

Nell’Italia centrale, invece, viene chiamata “chiacchiera”, “chiochiera”, a “pupacchiella”.

COME UTILIZZARE LA PAPACELLA IN CUCINA

Il sapore più dolce della sua polpa rende la papacella maggiormente versatile in cucina.

Potete quindi mangiarla cruda nel’insalata, arrostite, cotte in padella con olio, stufate con capperi e olive.

Ancora potete mangiarle farcite come questa ricetta oppure sostituire la farcia di tonno con carne macinata.

Sono inoltre molto utilizzate per farne conserve sott’aceto utilizzate per condire l’insalata di rinforzo napoletana.

Se vi sfizia la ricetta che vi propongo oggi, seguite le indicazioni di seguito..

Papaccelle 'mbuttunate con tonno

Ingredienti per 2 persone:

  • 300 g di papaccelle
  • 160 g di tonno sgocciolato
  • 60 g di pancarrè (americano)
  • 3 filetti alici sott’olio
  • 1 cucchiaino di capperi (sottosale)
  • latte q.b. (2 o 3 cucchiai)
  • sale q.b.
Preparazione:

Per fare le papacelle ‘muttunate per prima cosa lavate, asciugate e mondate i peperoni.

Privateli della colotta incidendola con un coltellino ma tenetele da parte.

Con un cucchiaino da te asportate i semi, infine eliminate i filamenti interni.

Tenetele da parte e nel frattempo preparate la farcia.

Tagliate il pane a dadini poi sminuzzatelo e irroratelo con un po’ di latte per inumidirlo.

Sgocciolate il tonno (non troppo, va bene che sia un po’ umido) e raccoglietelo in una ciotola.

Sminuzzate al coltello capperi e acciughe e uniteli al tonno.

Aggiungete infine il pane ben strizzato e amalgamate tutti gli ingredienti.

Assaggiate e regolare di sale.

Farcite le papacelle con il ripieno e chiude con le calotte che avevate tenuto da parte.

Completate mettendo abbondante olio a filo sulle papacelle.

Cuocete in forno statico a 180 per quaranta minuti.

E’ preferibile gustarle tiepide o meglio ancora fredde, quando i sapori si saranno stabilizzati.

Papacelle 'mbuttunate con tonno

ALTRE RICETTE DI VERDURE FARCITE

Se vi piacciono le verdure farcite provate anche le melanzane ripiene oppure quelle a beccafico vegan.

Papaccelle 'mbuttunate ripiene di tonno al forno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.