Ribollita toscana saporita con salame golosetto

Ribollita - zuppa invernale a base di verdure legumi e pane raffermo impreziosita da salame golosetto Clai

La ribollita toscana saporita con salame golosetto Clai è un piatto unico completo e saporito.

L’ORIGINE DELLA RIBOLLITA TOSCANA

Le radici della ribollita risalirebbero al Medioevo derivando essa da una zuppa di pane e verdure che veniva fatta in molte zone della Toscana.

Sembra venisse preparata il venerdì quando la religione imponeva il giorno di magro sicchè i ceti meno abbienti attingevano all’orto che li foraggiava di verdure e legumi.

Ad arricchire la zuppa veniva aggiunto il pane che, secondo la storia, si presume provenisse dai banchetti dei feudatari che erano soliti farsi servire la carne su pane non lievitato e sciapo che poi non consumavano e cestinavano.

Coloro che erano al servizio dei feudatari se ne approvvigionavano per utilizzarlo nelle loro cucine povere.

PERCHE’ SI CHIAMA RIBOLLITA

La zuppa veniva prodotta in abbondanza per essere consumata anche nei giorni successivi, poteva durare anche una settimana e prima di essere consumata veniva ri-bollita più volte sul fuoco da cui il termine ribollita.

E’ proprio questa caratteristica che la distingue dalla zuppa di pane e verdure medioevale da cui deriverebbe ovvero il fatto di essere bollita più volte.

Di fatto non esiste un prototipo ufficiale della ribollita ma la tradizione vuole che venga riscaldata almeno due volte; ricuocendo infatti consolida i sapori degli ingredienti e diventa più buona.

LA MIA RIBOLLITA GUSTOSA CON SALAME GOLOSETTOGLUTEN FREE

Per la mia ribollita ho scelto il golosetto, ai più noto come cacciatorino, per conferire maggior sapore alla zuppa.

In realtà questo salame è espressione anch’esso della tradizione, ha ottenuto infatti la qualifica di prodotto DOP – denominazione d’origine protetta perchè tutela e valorizza gli ingredienti che lo compongono.

Il golosetto è un prodotto che sposa bene con la ribollita sia per accordo con tradizione italiana che per completezza del piatto che arricchisce di gusto questa minestra.

L’utilizzo del golosetto Clai inoltre consente di mantenere la linea di questa ricette gluten free perchè è del tutto privo di glutine come potrete verificare dal bollini sul prodotto.

GLUTEN FREE: CON PANE O SENZA PANE?

La versione della ribollita totally gluten free non prevede il pane ma se volete fare la versione classica mettete alla base del piatto del pane raffermo (nel caso anche senza glutine) e versateci sopra la zuppa.

Il consiglio è di prepararne in abbondanza, in inverno sarà gradevole mangiarla anche più volte con o senza pane.

Unica nota doverosa è che la ricetta richiede tempo anche se doveste sostituire i fagioli secchi con quelli in scatola per velocizzarla.

Se volete cimentarvi in questa corroborante zuppa invernale resa più gustosa dalla presenza del salame, ecco come farla…

zuppa toscana fatta con cavolo nero, patate, carote, verza riccia, fagiolo cannellini, e salame golosetto nelle versione gluten free senza pane
Ingredienti per due persone:
  • 1 carota piccola
  • 1 costa di sedano
  • 150 g cavolo nero
  • 150 g di verza riccia
  • 150 g di bietole
  • 1 patata
  • 160 g fagioli cannellini secchi
  • 100 g di salame Golosetto Clai
  • 100 g di pane raffermo
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 cipolla bionda
  • 1 rametto di rosmarino
  • 1 piccolo peperoncino
  • 1 lt di acqua fredda
  • olio extravergine di oliva
  • pane casareccio
Preparazione:

La sera prima mettete in ammollo i fagioli cannellini in una pentola colma di acqua.

Il giorno seguente scolate i fagioli, sciacquateli e tamponateli con carta assorbente.

Versate tre cucchiai di olio in un tegame dal fondo spesso, scaldatelo insieme al rametto di rosmarino e allo spicchio di aglio poi aggiungete i fagioli scolati e tamponati.

Coprite con un litro di acqua fredda e lasciate cuocere, lentamente a fuoco medio basso per quarantacinque minuti con il coperchio.

Salate soltanto a fine cottura per evitare che i legumi induriscano.

Una volta cotti i fagioli spegnete il fuoco scolateli e tenete da parte l’acqua di cottura, scolate i fagioli e teneteli da parte.

Lavate tutte le verdure poi togliete la costola centrale più dura al cavolo verza e le foglie a julienne e tagliate le altre verdure grossolanamente.

Preparate un soffritto con un cucchiaio di olio, sedano, carota e cipolla tagliati piccoli con taglio mirepoix.

Pelate e tagliate la patata a dadini piccoli così cuocerà prima e aggiungetela al soffritto.

Unite anche le verdure, i fagioli e l’acqua di cottura dei fagioli.

Se vedete che è poca, aggiungete un paio di bicchieri di acqua calda.

Fate cuocere coperta da un coperchio per una ventina di minuti dopodichè toglietelo e proseguite la cottura della ribollita toscana saporita per altri dieci minuti.

A questo punto verificate la sapidità, aggiungete sale quanto basta e il peperoncino.

Lasciate cuocere altri dieci minuti poi spegnete il fuoco.

immagine della mani mentre affettano salame golosetto Clai (cacciatorino) da mettere nella ribollita

Se volete fare la ricetta tradizionale impiattate mettendo due fette di pane gluten free (o casareccio preferibilmente sciapo se non avete problemi di glutine) abbrustolito sul fondo del piatto.

Ricoprite il pane con la ribollita.

Tagliate il salame golosetto a dadini e cospargete ciascuna ciotola con metà della quantità di salame.

Servite calda con un filo di olio a crudo.

Minestra toscana fatta con cavolo nero, patate, carote, verza riccia, fagiolo cannellini, e salame golosetto nelle versione gluten free senza pane

NOTA: Se vi avanzano le foglie di cavolo nero provate a fare le CHIPS DI CAVOLO NERO sono buonissime!

Post in collaborazione con CLAI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.