Susumelle calabresi -biscotti speziati ricoperti di cioccolato

biscotti morbidi speziati ricoperti di cioccolato

“Le Susumelle” è un dolce calabrese tipico del natale ma ormai fruibile anche durante l’anno.

LE TEORIE SULL’ORIGINE DEL TERMINE SUSUMELLE

In Calabria vengono chiamate susumelle, susamelle o susumelli ma l’origine del termine è incerto e soggetto a diverse teorie.

C’è chi lo fa derivare dalle parole sesamun e mel, cioè sesamo e miele, facendole discendere dai dolci che si preparavano in onore delle dee Demetra e Core ma l’ipotesi stride con l’assenza di sesamo nel dolce.

Secondo altri invece significherebbe carezza un termine collegato alla bontà del dolce ma anche questa teoria è rimasta tale.

Secondo tal altri il nome discenderebbe da greco susumeda che significa cibo andato a male, termine in contrasto con la bontà del dolce.

A sostenere tale teoria però c’era l’usanza al tempo del regno di Napoli di regalare durante le festività qualcosa da mangiare ai più poveri, persino dolciumi ma cattivi e di pessima qualità.

Per maggior riprova c’è della documentazione del Seicento ritrovata a Napoli in cui si proibiva per legge alle suore dei conventi di usare farina bianca per fare le susumelle giacchè se fossero finite sulle tavole dei meno agiati sarebbe stato un inutile spreco.

Sembra che esistessero addirittura tre tipologie si susumelle; nobili, con farina bianca e destinate ai ricchi; dello zampognaro, con farina mista e ingredienti di scarto, e del buon cammino destinate a preti e frati.

SUMELLE DOLCE TIPICO CALABRESE

Sono biscotti di pasta dolce morbida speziata a base di miele spezie, frutta candita e ricoperti di cioccolato fondente o a bianco.

Simili alle Pitte di San Martino (alcuni affermano errando che sia lo stesso dolce) dalle quali differiscono per l’assenza di uvetta (presente nelle pitte) e per la copertura di cioccolato anzichè in glassa di zucchero.

E’ un dolce caratteristico delle zone di Reggio Calabria, Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia. Quelle di Reggio soggiacciono addirittura a un disciplinare.

Le sussumelle per essere tipiche devono avere una forma ovidale, una grandezza di circa 10 cm ed essere ricoperti con una glassa al cacao.

SULLA RICETTA DELLE SUSUMELLE

La ricetta è semplice da fare e si realizza in poco tempo, non ci sono quindi particolari suggerimenti da seguire.

Vi preannuncio soltanto che l’impasto risulterà un po’ sticky (come si dice in gergo anglosassone), per via del miele nell’impasto ma ciò non rappresenta una complicazione nell’elaborazione della ricetta.

Una volta cotti all’interno devono restare morbidi, la caratteristica del dolce è proprio quella.

Un consiglio per consumarli? accompagnateli con vino dolce come lo zibibbo o un passito.

Susumelle, dolce tipico di natale calabrese
Ingredienti (20 pz):
  • 500 g di farina 00
  • 10 g di cacao in polvere
  • 8 g di cannella in polvere
  • 180 g di Mielbio miele di fiori Rigoni di Asiago
  • 200 g di zucchero semolato
  • 60 ml di latte
  • 45 ml di acqua
  • 1 bustona di lievito per dolci (16 g)
  • 200 g di cioccolato fondente (per la copertura)
Preparazione:

Raccogliete il miele e l’acqua in un pentolino e fate sciogliere a fuoco basso mescolando con un cucchiaio di legno. Spegnete e lasciate stiepidire.

Setacciate la farina, cacao e lievito mescolate poi aggiungete anche la cannella e lo zucchero.

Unite quindi il latte a temperatura ambiente, il miele ormai tiepido e impastate a mano (oppure con dei guanti in lattice per alimenti) fino ad ottenere un composto liscio e uniforme.

Spolverate con la farina il tavolo da lavoro, stendete l’impasto spolverizzandone anche la superficie.

Stendetelo a 1 cm di spessore e con un tagliapasta ovale da 9 cm.

Sollevate l’impasto ritagliato con una spatola piccola (io uso quella per stendere la crema) e adagiatelo su una leccarda ricoperta di cartaforno ben distanziati fra di loro.

Fate cuocere a 190° per 12/15 minuti.

Le crepe sulla superficie dei biscotti sono l’indice che sono cotti.

Sciogliete il cioccolato al microonde (temperatura più bassa del vostro elettrodomestico) oppure a bagnomaria il cioccolato dopo averlo ridotto a pezzetti.

Quando il cioccolato sarà caldo immergete la parte superiore delle susumelle.

Rigirate il biscotto e mettetelo su una gratella a solidificare.

Lasciate asciugare per almeno un’ora.

Si conservano fino a due settimane se chiusi in una scatola a chiusura ermetica.

Se siete amanti dei biscotti morbidi e speziati tipici del natale provate anche i gingerbread.

Susumelle dolce di pasta morbida speziato con miele glassato al cioccolato fondente. Nella foto presentato su un piatto vintage color ruggine un biscotto è spezzato e si vede l'interno.

*Mielbio gifted by Rigoni di Asiago

Dolce di natale calabrese con impasto morbido speziato a base di miele senza uova, con spezie e glassato al cioccolato fondente o bianco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.