Stelline di pasta matta con salmone e zucchine

Stelline di pasta matta

Eccoci ormai giunti al natale, ridendo e scherzando sembra che sia arrivato molto velocemente.

Per quanto uno lo programmi capita non di rado di essersi dimenticati qualcosa. Per esempio può capitare che manchi un  ingrediente per completare la ricetta; in quel caso che si fa!?

In questi casi io guardo cosa ho un frigo e improvviso..

UNA RICETTA LAST MINUTE PERFETTA

Ho pensato quindi a una ricetta che possa salvare in corner in questi casi, utilizzando una preparazione base che ho sul blog da quando l’ho aperto.

La pasta matta è una delle migliori scoperte che potessi fare per questo la  condivisi da subito.

Io la uso spesso soprattutto quando mi capita di dover mettere in piedi una ricetta last minute in poco tempo.

COS’E’ LA PASTA MATTA

La pasta matta è un impasto base molto semplice, leggero ed economico.

E’ light perchè privo di grassi inolte rispetto ad altre impasti, come la brisèe o la sfoglia, ha una buona tenuta quando si stende perchè risulta elastico.

Per farlo occorrono solo tre ingredienti! farina, acqua frizzante e pochissimo olio.

E’ un impasto privo di lievito e per questo motivo in alcune regioni viene chiamata pasta morta anzichè matta.

ORIGINE DELLA PASTA MATTA

La pasta matta è stata ideata da Pellegrino Artusi, gastronomo dell’800 che la descriveva così. “Si chiama matta non perchè sia capace di qualche pazzia, ma per la semplicità colla quale si presta a far la parte di stival che manca in diversi piatti, come vedrete. Spegnete farina con acqua e sale in proporzione e formate un pane da potersi tirare a sfoglia col matterello.”

Sembra che sia stata definita matta per l’assenza del burro. Io invece pensavo che tale appellativo fosse dovuto al fatto che pur tirandola, la pasta non si strappa e tende a riprendere la consistenza iniziale come fa un elastico.

COME SI UTILIZZA LA PASTA MATTA

Per via del suo sapore neutro e delicato la pasta matta si presta a diversi impieghi anche se il suo principale utilizzo è nelle torte salate.

Di fatti si presta bene per fare fagottini, cornetti, pizze, calzoni, crackers, ma il suo sapore neutro e delicato la rende adatta anche per alcune preparazioni dolci.

E’ perfetta per esempio per lo strudel e altri dolci con confetture e frutta .

L’utilizzo di ingredienti naurali la rende adatta a ricette vegane, vegetariane e per chi ha alcune intolleranze come quella al lattosio, essendo priva di latte e suoi derivati.

TRUCCHI PER LA PERFETTA RIUSCITA DELLA PASTA MATTA

Per una perfetta riuscita dell’impasto tuttavia è fondamentale il riposo in frigorifero necessario per stabilizzarla.

Tuttavia il tempo di riposo non deve superare i 30 minuti altrimenti la pasta perde l’elasticità, per lo stesso motivo è consigliato non mettere il sale nell’impasto anche se c’è chi lo fa.

Con la pasta matta ho preparato un antipasto a forma di stelline ripiene di speck e zucchine da consumare come aperitivo con un bicchiere di bollicine.

Un apri pasto in perfetto tema natalizio, ecco come prepararlo in poco tempo con ingredienti facilmente reperibili..

Ingredienti:

  • una dose di pasta matta
  • 200 g ricotta
  • 1 zuccchina grande
  • 100 g di salmone affumicato
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • 1 spicchio di aglio
  • sale q.b.
  • 1 tuorlo o latte per spennellare

Preparazione:

Per prima cosa lavate, mondate la zucchina (o le zucchine se sono piccole) e tagliatela a julienne.

In una padella versate due cucchiai di olio extravergine di oliva, aggiungete uno spicchio di aglio con tutta la camicia e fatelo imbiondire.

Dopodichè togliete l’aglio e versateci le zucchine tagliate a julienne, salate e fatele cuocere a fiamma dolce con un coperchio, in modo che il vapore acqueo le mantenga morbide.

Mescolate di tanto in tanto per non farle attaccare

Una volta cotte (ci vorranno alcuni minuti) spegnete e fate raffreddare.

Tagliate il salmone affumicato a pezzetti piccoli.

In una ciotola riunite la ricotta, un pizzico di sale, le zucchine, il salmone e mescolate.

Stendete la pasta matta (dopo averla fatta riposare per non più di mezz’ora in frigorifero) e con un cutter a forma di stella grande 7-8 cm ricavate delle stelline.

Mettete il ripieno nel centro di ciascuna stella, adagiatevi sopra un altro ritaglio di pasta matta a forma di stella.

Sgillate bene i bordi facendo pressione con i rebbi di una forchetta.

Spennellate ciascuna stellina con un po’ di tuorlo d’uovo sbattuto se volete un colore dorato oppure con un po’ di latte, come ho fatto io, per mantenere il colore chiaro dando solo lucentezza all’impasto.

Adagiate le stelline su una leccarda ricoperta di carta forno poi infornate nel forno statico preriscaldato a 180° e lasciate cuocere per 20 minuti circa.

E’ preferibile consumarle tiepide appena sfornate.

ricette con la pasta matta ripiene di salmone xucchine e ricotta presentate allineate su un vassoio rigato color griogio con striature finto legno, adagiato su una tovaglia rossa accanto al vassoio un bicchiere di vino bianco e sparsi sul tavolo bianco decorazioni di fiori natalizi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.