Pasta con la mollica e peperoni Senise

Pasta con la mollicaQuesto primo piatto è una versione personalizzata della pasta con la mollica, una ricetta della tradizione povera di origine meridionale.

In tempi di ristrettezze si usava riciclare la mollica del pane avanzato dei giorni precedenti (il pangrattato veniva infatti definito il formaggio dei poveri) la quale veniva utilizzata ed arricchita con altri ingredienti tipici della gastronomia popolare come le acciughe, il peperoncino od altri aromi.

Difficile attribuire una paternità regionale certa o temporale a questo piatto, alcuni la considerano una ricetta siciliana, il fraintendimento nasce probabilmente dal fatto che viene fatto con la pasta lunga secca la quale venne prodotta per la prima volta in Italia proprio in Sicilia dove era stata introdotta dagli Arabi.

Pacifica, quindi, è soltanto la sua origine meridionale: in Sicilia viene chiamato o “ca’nciuni e a muddica” o “pasta c’anciova e muddica atturrata” ovvero con l’acciuga e la mollica abbrustolita  (o con le acciughe e la mollica), in Lucania (secondi i più sarebbe originaria proprio di questa regione) è presente con il nome di “pasta ammudicata”, in Calabria invece vige l’usanza di preparare la pasta con la mollica per la cena della Vigilia di Natale essendo un piatto di magro, ovvero senza carne, come la tradizione vuole.

E’ una ricetta semplice ed economica che come molte altre subisce varianti regionali e personali a seconda dei gusti e degli ingredienti disponibili in dispensa tuttavia per essere qualificata tale ciò che non può mancare nella ricetta sono l’acciuga, l’aglio ed il pangrattato. Nella mia rivisitazione, coerentemente con la tesi maggioritaria che ne accredita l’origine Lucana, ho arricchito la pasta con frammenti di peperoni di Senise che gli conferiscono croccantezza ed ulteriore sapore.

E’ semplicissima e si prepara in pochissimi minuti senza dover spendere molto tempo davanti al caldo dei fornelli, perfetta quindi da cucinare di ritorno dall’ufficio o, vista la stagione, dal mare e tutte le volte in cui si ha poco tempo per cucinare.

Volete sapere come farla? ecco la ricetta..

Tempo 25 min
persone quantità 2

Ingredienti:

  • 200 g di spaghetti
  • 3 acciughe sotto sale
  • 2 cucchiai di mollica di pane di grano duro (o pangrattato)
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 peperone Senise secco
  • timo fresco q.b.
  • sale q.b.

Preparazione:

Mettete sul fuoco una pentola d’acqua e portatela ad ebollizione.

Tritate la mollica di pane raffermo al mixer in maniera che resti un po’ grossolana.

Nel frattempo versate in una padella 2 cucchiai di olio, aggiungete lo spicchio di aglio in camicia schiacciato, le acciughe dissalate, dopo qualche secondo mettere anche il peperone Senise a pezzetti e fate soffriggere su fuoco medio giusto il tempo che l’aglio ed il peperone prendano colore poi spegnete.*

In un’altra padella mettete un cucchiaio di olio, inserite il pangrattato, mescolate con cucchiaio di legno finché non sarà ben colorito poi spegnete il fuoco e tenete da parte anch’esso.

Fate cuocere gli spaghetti nell’acqua in ebollizione salata e toglieteli alcuni minuti prima che sia ultimato il tempo di cottura.

Scolateli e trasferiteli nella padella con il condimento di acciughe mantecate la pasta poi aggiungete il pane grattato e mescolate bene affinchè tutti gli ingredienti si mescolini fra loro.

Servite aggiungendo qualche fogliolina di timo fresco oppure, come la ricetta tradizionale vuole, del prezzemolo fresco sminuzzato ed il restante olio a crudo.

mollica di pane, tostata in padella con aglio e olio

Nota:*Per velocizzare ulteriormente la ricetta dopo aver rosolato l’aglio (ed averlo eliminato) potete aggiungere nella stessa padella anche la mollica e proseguire la rosolatura fin quando non avrà preso colore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.