Torta cous cous di mais cocco e mandorle

Dolce di cous cous Qualcuno si starà chiedendo come mi sia venuto in mente di realizzare un dessert con il cous cous!?

Non per le mie origini siciliane che memori dell’influenza araba hanno ereditato da questo popolo l’usanza di declinare il cous cous anche in versione dolce bensì per un’amica Leti del blog Senza è buono che anche stavolta mi ha invitata a partecipare ad una iniziativa “Un dolce senza è buono per tutti” il suo contest basato su dolci di ogni genere senza glutine.

Le avevo promesso la mia partecipazione e mi dolgo di essere arrivata sul filo di lana, di non avercela fatta prima a causa dei diversi impegni che mi hanno costretta a rinviare nella convinzione che tanto “c’era ancora tempo” salvo poi accorgermi che il termine invece stava per scadere e poichè, salvo casi eccezionali, mantengo sempre le promesse fatte ho realizzato giusti in tempo questa ricetta pensata apposta per lei.

Prima di decidere cosa fare, infatti, ho dato un’occhiata alle tante proposte partecipanti e mi sono accorta che il cous cous di mais non era stato scelto come protagonista di nessuna ricetta, da qui l’idea di impiegarlo per farne un dolce originale, diverso dal solito e che nel gusto facesse dimenticare l’intolleranza verso il glutine.

Così è nata l’idea della torta cous cous di cui avevo appuntata la ricetta nel mio personale “taccuino d’ispirazione culinaria” un quadernino con smozziconi di ricette  a cui manca sempre qualche dose o ingrediente, con costruzioni lessicali improbabili e parole non di rado illeggibili ma da cui ricavo spesso delle ricette da rielaborare o peggio da dover ricostruire come un mosaico (chissà quante di voi ne avranno uno simile nel cassetto!).

La dolcezza del cioccolato bianco, il sapore rotondo della mandorla, la nota esotica del cocco e la struttura granulosa del cous cous danno corpo ad una torta gustosa e dal consistenza particolare, senza glutine ma tutt’altro che priva di gusto indicata anche per le intolleranze al lattosio se si elimina il latte vaccino e si usa soltanto latte di cocco  (o di mandorla) e usando il burro si soia al posto del burro di origine vaccina.

Eccola quindi la ricetta con la quale partecipo alla raccolta di Senza è buono  “Un dolce senza è buono per tutti ” nella categoria B  torte soffici.

un-dolce-e-buono-per-tutti

Tempo 60 minuti
persone quantità 6

Ingredienti per la torta:

  • 125 g di cous cous di mais
  • 125 ml di latte di cocco
  • 60 g di zucchero di canna
  • 15 g di cocco rapè
  • 15 g di burro morbido (io 30% grassi)

Ingredienti per la crema:

  • 3 tuorli
  • 200 ml di latte di cocco
  • 150 ml di latte intero
  • 60 g di zucchero semolato
  • 40 g di amido di mais
  • 1 cucchiaino scarso di essenza di mandorla
  • 40 g di cioccolato bianco
  • 25 g di mandorle a lamelle

Per completare:

  • 20 g cocco rapè q.b.
  • 60 g cioccolato fondente

Preparazione:

Per la base della torta: scaldate il latte di cocco con lo zucchero mescolando per far si che quest’ultimo si sciolga poi versate il cous cous,  lasciate che lo assorba e si gonfi (ci vorranno circa 6/7 minuti) quindi aggiungete il burro e mescolate affinché si amalgami al composto.

In una ciotola capiente sgranate accuratamente il cous cous e fintanto che è ancora tiepido aggiungetevi il cocco rapè (cocco grattugiato essiccato), mescolate e mettete da parte a raffreddare.

Nel frattempo preparate la crema pasticcera al cocco: ponete sul fuoco un pentolino capiente con i due tipi di latte quando il sfioreranno il bollore togliete dalla fiamma, aggiungete l’aroma alla mandorla mescolate e tenete da parte.

Sbattete in una ciotola capiente (solo) i tuorli con lo zucchero sino a quando saranno diventati chiari e spumosi poi unitevi l’amido di mais setacciato e amalgamate bene.

Versatene un paio di cucchiaiate nel contenitore con il latte appena caldo (non bollente!) che nel frattempo avrete rimesso su fuoco basso,  mescolate poi aggiungete il resto del composto di uova e girate ancora senza sosta con una frusta per evitare la formazione di grumi sino ad ottenere una consistenza fluida, tendenzialmente soda ma non troppo densa (ci vorranno circa 3/4 minuti).

Una volta che la la crema sarà cotta aggiungete l’aroma di mandorla e metà del cioccolato bianco, mescolate affinché quest’ultimo si sciolga e si amalgami bene all’impasto.

Fate raffreddare la crema mescolandola spesso con una frusta sempre per evitare i grumi (qualora si formassero passate la crema setaccio prima di utilizzarla).

Una volta che raffreddata mescolatela al cous cous, aggiungete le mandorle a lamelle ed il restante cioccolato a pezzi e amalgamate bene per ottenere un composto omogeneo.

Versate l’impasto in una teglia 18×18 (oppure 19,5,×19,5) precedentemente imburrata e ricoperta di carta forno, livellate con una spatola bagnata di acqua (aiuterà a rendere liscia la superficie) poi infornatela.

Fate cuocere a 175° nel forno già scaldato per 35/40 minuti, dopo i primi 20 minuti coprite con un foglio di stagnola per evitare che imbrunisca troppo.

Quando la superficie risulterà dorata (talvolta compaiono anche delle piccole crepe) vuol dire che è pronta.

Fatela intiepidire poi estraetela dallo stampo e ponetela su di una gratella a raffreddare.

Dopodichè cospargetela di cocco ricoprendola uniformemente tutta.

Per ultimo sciogliete a bagno maria il cioccolato fondente, formate un piccolo cono con la carta forno, versatevi il cioccolato sciolto e con accortezza per non imbrattare la superficie del dolce, fate dei movimenti a zig zag in obliquo per ottenere delle righe trasversali.

Servitela tagliata a cubetti* della dimensione di 3×3 cm.

Per compensare il sapore dolce sarebbe ideale servirla accompagnata da un cucchiaio di marmellata di lampone che con il suo gusto aspro ben bilancia la dolcezza della torta.

Torta senza glutine con cous cous di mais

Nota: *avendo un sapore dolce determinato da ingredienti zuccherini come il cocco e il cioccolato bianco è preferibile servirla in dimensioni ridotte.

 

Per non perdere le prossime ricette metti il Like e segui la mia pagina  Facebook Cucinaserena Instagram e Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *