Mele al forno con crumble e gelatina di vino – a tavola con Dante

Mele al forno con crumble e gelatina di vino

Mele al forno con crumble e gelatina di vino rosso è un remake di una ricetta rinascimentale (pomi arrostiti), per celebrare il Dantedì.

DANTEDI’: 2021 SETTECENTENARIO DI DANTE ALIGHIERI

Oggi è il Dantedì, una giornata nazionale dedicata a Dante Alighieri istituita nel 2020 dal Consiglio dei Ministri.

Quest’anno il programma per celebrare il poeta e scrittore italiano sarà particolarmente sentito perché ricorre ricorre il settecentenario dalla sua morte.

In questo giorno (25 marzo 2021) anche AIFB – Associazione Italiana Foodblogger ha voluto partecipare mettendo in campo il proprio parco soci al fine di onorare la memoria di Dante, ripercorrendo la cucina medioevale del suo tempo.

Una manifestazione realizzata in collaborazione di BUB – Biblioteca Universitaria di Bologna che possiede il manoscritto dell’Anonimo Toscano del Trecento a cui i soci AIFB hanno attinto per replicare le ricette dell’epoca.

Non dimentichiamo che dalla cucina medioevale egli prese spunto per la Divina Commedia.

Dai peccati di gola dei condannati nel girone dei golosi del VI canto dell’Inferno, fino a sublimare il cibo svincolandolo dalla sfera terrena nel cantico del Paradiso in cui parla di “pan degli angeli” delle schiere dei celesti.

LA CUCINA MEDIOEVALE AL TEMPO DI DANTE

Le principali fonti ufficiali che parlano della cucina medioevale sono il Libro de arte coquinaria scritto da Maestro Martino, il Libro della cocina di un Anonimo Toscano del Trecento, e un Liber de coquina di un Anonimo Trecentesco della Corte Angioina.

Il secondo libro citato è quello a cui Aifb si è ispirata per dare luogo a una parata di ricette riprodotte per l’occasione dalle foodblogger dell’associazione.

In generale la cucina rinascimentale, eredità dei romani, era ricca di umidi e guazzetti (nel libro molte le ricette così) e parca di latte e latticini perché non ben considerata dalla medicina.

Si faceva abbondante uso di aceto e limone per la conservazione e le tecniche più utilizzate erano essiccazione, affumicatura e fermentazione.

La varietà di cibi era scarsa: farine, cereali (segale e avena furono introdotti proprio in questa epoca), verdure era l’alimentazione dei ceti poveri.

Carni e pesce d’acqua dolce, erano destinati invece ai ceti più abbienti

MELE AL FORNO CON CRUMBLE E GELATINA DI VINO – POMI ARROSTITI

Secondo la leggenda una delle fatiche di Ercole consisteva nel rubare le mele d’oro, portatrici di immortalità, dal giardino delle Esperidi presidiato da un drago.

L’associazione delle mele al concetto di immortalità, proprio come la fama del sommo scrittore, è stato lo punto per scegliere la ricetta con quale partecipare alla giornata di AIFB dedicata a Dante.

Fra le tante ricette medioevali del libro “Anonimo toscano – Libro de la cocina” (sec.XIV)  ho optato per la sezione dedicata ai Pomi arrostiti (pag.89).

Su Aifb trovate la versione fedele alla ricetta del libro con l’approfondimento sul ruolo della frutta nel medioevo, concepita come pietanza di apertura del pasto per accompagnare primi e secondi piatti, e di alcuni biotipi di mele dell’epoca perdute.

Qui invece vi propongo una remake moderno di un’altra ricetta della stessa sezione del libro dell’anonimo toscano: “Involgi i pomi nelle scope, e metti sotto la bragia: lassa cocere, poi li taglia; metti nel vino” (pag. 89)”.

Un dessert semplice che ha resistito all’incedere del tempo e dei secoli, da me riproposto in chiave gourmet, davvero buono.

Facile da fare ma molto gustoso e goloso, ecco come farlo.

Mele al forno con crumble e gelatina di vino
Ingredienti per 2 persone:
Ingredienti per il crumble:
  • 100 g di farina
  • 60 g di burro freddo
  • 50 g di zucchero semolato bianco
Preparazione:

Per fare le mele al forno tagliate in due le mele.

Con uno scavino eliminate la parte centrale del torsolo con i semi cercando di mantenere integra la metà della mela.

Passete metà del limone sulla superficie della mela per non farla annerire.

Per la versione light: cospargete la mela con lo zucchero semolato e infornate a 180* per 40/45 minuti.

Per la versione gourmet: preparate il crumble radunate in una ciotola tutti gli ingredienti.

Con la punta delle dita sbriciolate il burro con la farina e lo zucchero

Ricoprite la superficie di ciascuna metà delle mele con il crumble.

Infornate nel forno già caldo e fate cuocere a 180° (modalità statica) per 35/40 minuti.

Sfornate fate raffreddare e servite versando sulle mele al crumble un po’ di gelatina di vino rosso.

mele al forno con  crumble  e gelatina di vino rosso

L’idea in più: la gelatina al vino rosso non è una componente essenziale di questo dessert, se non la trovate potete ometterla oppure sostituirla con un cucchiaio di Elisir Gambrinus.

Mele al forno gourmet con crumble e gelatina al vino rosso

Biografia:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.