Ossa di morto ricetta siciliana

Ossa di morto ricetta siciliana

Ossa di morto è una ricetta siciliana dolce per onorare la festa dedicata ai defunti.

OSSA DI MORTO UNA RICETTA SICILIANA E LA SUA ORIGINE

Come per il pan dei morti anche questo biscotto è legato alla commemorazione dei defunti.

Secondo la tradizione che risale al X secolo, il 2 novembre era la data in cui i defunti tornavano per un giorno per trascorrere un giorno con i propri cari.

La ricorrenza era vissuta come una festa e per l’occasione i bambini la sera prima lasciavano in offerta pane, acqua e un paio di scarpe che i defunti indossavano per fare visita ai parenti.

In cambio i bambini ricevevano doni e dolci che i parenti venuti dall’aldilà, prima di andare via, lasciavano come regalo di ringraziamento per essere ancora presenti nei ricordi dei propri cari.

I dolci che i più piccoli ricevevano erano frutta candita, frutta martorana e questi croccanti biscotti conosciuti per lo più con il nome di ossa dei morti.

Ancora oggi a Messina questi dolcetti sono presenti nel cestino di prelibatezze che i bambini trovano al loro risveglio il 2 Novembre.

I DIVERSI NOMI PER INDICARE LE OSSA DEI MORTI

Il nome di questo dolce in verità varia a seconda delle località.

A Palermo li chiamano mustazzoli mentre in altre località assumono la denominazione diversa di scardellini o paste di garofano.

A Messina invece sono conosciuti proprio con il nome di ossa i mortu ovvero ossa dei morti.

LE CARATTERISTICHE E LE INSIDIE DELLA RICETTA

Esternamente le ossa dei morti si presentano con un guscio croccante fuori, una base più scura e morbida e spesso presentano una cavità vuota all’interno.

Una volta sfornati se li assaggiate ancora tiepidi avranno una consistenza e un sapore simile alla pasta di mandorle.

Tuttavia una volta raffreddati, come quasi tutti i biscotti, diventeranno duri e croccanti.

Non sempre lo “magia” dello sdoppiamento che tipicizza questo biscotto si realizza, se ciò accadesse non vi crucciate è normale.

In ogni caso otterrete delle crepe che daranno al biscotto un bell’aspetto vintage.

Per la ricetta si sono affidata a quella del libro Sweet Sicily Ed. Sime Books, ecco come li ho preparati…

ossa di morto
ossa di morto ricetta siciliana per la commemorazione dei defunti
Ingredienti:
  • 300 g di zucchero
  • 250 g di farina 00
  • 150 ml di acqua
  • 1/2 cucchiaino di cannella in polvere
  • la punta di un cucchiaino di chiodi di garofano in polvere
Preparazione:

Per far le ossa di morto per prima cosa preparate lo sciroppo di zucchero.

Portate ad ebollizione l’acqua in un pentolino poi versate lo zucchero e fatelo sciogliere mescolando fino a quando non avrete ottenuto un composto denso e trasparente.

Quando lo zucchero sarà sciolto unite gli altri ingredienti.

Mescolate fino a ottenere un impasto liscio e omogeneo.

Togliate dal fuoco e fate intiepidire l’impasto.

Una volta che la temperatura sarà scesa ma l’impasto sarà ancora tiepido formate dei filoncini poi tagliateli a pezzetti di circa 4 centimetri ciascuno.

La tradizione vuole che ciascun pezzo d’impasto sia inciso con i rebbi di una forchetta. E’ un passaggio facoltativo, io l’ho omesso.

Man mano che formate i biscotti posizionateli su una leccarda ricoperta di carta forno ben distanziati fra loro.

Ricoprite la teglia con i biscotti con un velo e fateli asciugare per due o tre giorni al sole oppure in un luogo arieggiato e asciutto.

Il quarto giorno togliete il velo (oppure un telo di cotone) poi infornate nel forno preriscaldato.

Cuocete i biscotti a 180° fino a quando lo zucchero della parte a contatto con la teglia non sarà fuoriuscito formando una sorta di protuberanza.

In linea orientativa ci vorranno fra i dieci e i quindici minuti.

Sfornate e lasciate raffreddare i biscotti prima di staccarli dalla teglia.

Ossa di morto ricetta siciliana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.