Crostata di grano saraceno con nashi e confettura di mirtilli neri (gluten free)

Crostata di grano saraceno con nashi e confettura di mirtilli neri gluten free

Crostata di grano saraceno con nashi e confettura di mirtilli neri è una ricetta deliziosa e INEDITA*

LE PERE NASHI: LE CONOSCETE?

Volevo una crostata tutta mia diversa dalle solite che si vedono magari anche decorate bene, ne volevo una speciale!

Il caso ha voluto che mi sia imbattuta in questo frutto di cui avevo sentito parlare e colta dalla curiosità avevo comprato per assaggiarlo.

Per chi non lo conoscesse il nashi, detto anche pero giapponese.

E un frutto asiatico che ricorda un mix fra mela e pera, è infatti chiamato pero-mela.

L’aspetto infatti è tondeggiante come una mela mentre l’interno è grumoso e dal sapore dolce e una consistenza più simili a una pera.

In cina era coltivato e consumato già tremila anni fa, ma fu solo nel XIX secolo che venne recepito in America e alla fine del ‘900 introdotto in Europa.

Contiene molti minerali e vitamine ma si contraddistingue dagli altri frutti per l’abbondante presenza di magnesio, minerale prezioso per combattere la stanchezza e gli sbalzi d’umore da ciclo.

CROSTATA DI GRANO SARACENO CON NASHI E MIRTILLI NERI: UNA RICETTA INEDITA*

Uno dei motivi per cui ho abdicato la professione di avvocato è la riscontrata tendenza a vedere non adeguatamente riconosciuta la tutela che i nostri diritti dovrebbero avere.

La faccenda si replica in questo mondo bloggin in cui mi è capitato spesso di individuare colleghe che hanno spudoratamente copiato mie ricette senza avere l’onestà di menzionarmi.

Non abbiamo il copywright sulle nostre ricette è vero, qualcuno dice che basta cambiare poco la ricetta e già non puoi più dimostrare il plagio.

Il discorso sarebbe complesso da approndire per cui mi astengo (per il momento).

Da oggi avrò cura di scrivere in caratteri maiuscoli quando una mia ricetta non ha eguali in rete.

Come è già accaduto con la Carbonare Pop con pasta soffiata, pollo in gelatina di peperoni, le tagliatelle di zucca fonduta di grana e caviale veg e altre che non sto ad elencare tutte.

D’ora un poi le troverete in maiuscolo e constrassegnate con un asterisco a scanso di equivoci.

La data di pubblicazione sarà il parametro per stabilire la priorità di pubblicazione in rete.

LA RICETTA

Tanto per difendere la linea di onestà l’idea di una frolla di grano saraceno mi è venuta da una collega.

Avevo un paio di pacchi di farina di grano saraceno da smaltire ma la sua ricetta non mi aveva convinta la frolla era sbriciolosa e per l’idea che avevo in testa non era adatta.

Ho così rileborato una ricetta che avevo nel mio taccuino di ricetta utilizzando farina di grano saraceno e di nocciole al posto di quella di grano tenero per questo l’aspetto è color nocciola.

La ricetta che ho ideato prevede in doppio strato di frolla, un ripieno di confettura di mirtilli neri e un letto di fettine di nashi fresche.

La frolla è rustica, il nashi dolce si sposa bene con il gusto più acidulo dei mirtilli di bosco che compensandosi danno equilibrio al sapore della crostata.

La parte di frolla superiore è stata incisa con un mattarello decorativo così è particolare anche sotto il profilo estetico.

E’ un dolce gluten free così accontento anche chi mi chiede maggiori ricette senza glutine.

Non aggiungo altro, provatela e sentire che bontà unica. Ecco come farla…

Crostata grano saraceno con pere nashi e confettura di mirtilli neri di bosco, nella foto presentata intera in un piatto celeste
Ingredienti:
  • 225 g di farina di grano saraceno
  • 75 g di farina di nocciole
  • 125 g di burro (freddo)
  • 90 g di zucchero a velo
  • 1 uovo medio intero
  • 1 pizzico di sale
  • 400 g di confettura di mirtilli neri di bosco Rigoni di Asiago
  • 1 nashi grande
Preparazione:

Mettete in un robot da cucina le due farine e il burro freddo tagliato a pezzetti.

Azionate le lame fino a ottenere un composto sabbioso.

Aggiungete lo zucchero a velo, il pizzico di sale, l’uovo e frullate fino a quando non risulterà grossolanamente compatto.

Non frullate troppo altrimenti le lame si surriscalderanno e faranno perdere la giusta consistenza al burro.

Riversate il composto sul tavolo e continuate a impastare a mano fino a quando non avrete ottenuto un impasto liscio e compatto.

Dividetelo in due, uno leggermente più grande dell’altro.

Avvolgete ciascun pezzo nella pellicola e asciateli in frigorifero per mezz’ora.

Riprendete l’impasto più grande, stendetelo dandogli la dimensione della teglia (da 20 cm) a uno spessore di 4 mm.

Foderate con la frolla il fondo di uno stampo (preferibilmemente con il fondo estraibile) in modo che copra anche i bordi.

Pulite il nashi privandolo della pelle e del torsolo, tagliatelo a fette.

Farcite con la confettura di mirtilli , ricoprite con uno strato di fette di nashi.

Stendete l’altra parte di impasto, dadogli la dimensione della teglia.

Passate il mattarello decorativo per dare la decorazione alla crostata.

Mettetela in frigorifero per mezz’ora a riposare.

Cuocete la crostata in forno preriscaldato a 175° per 15 minuti in modalità statica poi altri 10 minuti in modalità ventilata.

Crostata grano saraceno con pere nashi e confettura mirtilli

Supplied by Rigoni di Asiago

Crostata di grano saraceno gluten free con nashi (frutto asiatico) e confettura di mirtilli neri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.