Labneh palline di formaggio di yogurt medio-orientale

formaggio di yogurt medio orientale home made ridotto in palline e raccolto in barattoli ripieni di olio

Labneh, ne avete mai sentito parlare?

COS’E’ IL LABNEH

Il labneh (in arabo: لبنة) è un formaggio di yogurt, tipico delle cucine medio orientali fatto a freddo senza caglio.

Viene poi condito con spezie (in Libano za’atar) e conservato in olio aromatizzato con spezie varie a seconda dei gusti.

La versione originale è fatta con yogurt di latte di capra, mucca o pecora ma oltre i confini originari è si usa lo yogurt greco.

Il suo sapore è tendenzialmente acidulo e il risultato simile nell’aspetto a un formaggio spalmabile.

LA PREPARAZIONE OGGI COME IN ORIGINE

Anticamente per fare il labneh i nomadi raccoglievano lo yogurt (di mucca o di capra) nelle pelli dove lo tenevano per giorni fin quando dai fori non fuoriusciva il liquido.

Quando una buona parte del liquido era fuoriuscito ed era rimasto un composto pastoso e cremoso, il formaggio era pronto.

Il metodo di preparazione è rimasto lo stesso.

Si avvolge lo yogurt in una mussola o un panno di cotone lo si chiude con uno spago e si lascia in sospensione su una ciotola per alcuni giorni, al fine di fargli perdere il siero.

Una volta raggiunta la consistenza desiderata (spalmabile o compatto?) si chiude in vasetti sterili, si copre di olio aromatizzato con spezie e si conserva in frigorifero.

LA MIA VERSIONE STAGIONATA DEL LABNEH

La versione più conosciuta di labneh è quella spalmabile, tuttavia esiste anche un’altra variante, quella in cui il formaggio viene tirato un po’ di più per più giorni, e resta pertanto più sodo.

Da questo composto si formano della palline, si rotolano nelle spezie e si conserva in olio aromatizzato con spezie od odori.

Io ho optato per quest’ultima versione, la ricetta l’ho presa da questo libro di Sigrid Vert (uno dei mie libri di cucina preferiti!) da cui avevo già preso sablè à la fleur de sel, deliziosi biscotti dolci al sale, buonissimi!

COME UTILIZZARE IL LABNEH

Il principale utilizzo del labneh è spalmato sul pane.

Si può tuttavia usare anche per condire le insalate, come antipasto facendone tartufini salati ricoperti di frutta secca o semi, nei dolci che prevedono l’impiego di formaggi simili al labneh (quark, philadelphia, Prescinsêua), per fare la cheesecake o marinare i Tandori Masala.

Sembra inoltre che il siero venga usato nei dolci lievitati, come sostituto del latte, e nella panificazione.

A voi la sperimentazione, io intanto vi lascio la mia ricetta di labneh homemade, provatelo sarà divertente e ne varrà la pena!

Labneh formaggio libanese fatto con yogurt filtrato, in questa foto ridotto in palline e messo nei barattoletti con spezie e pepe rosa in grani. di lato una fetta di pane con il formaggio spalmato
Ingredienti:
  • 600 g di yogurt greco intero
  • olio extra vergine d’oliva
  • sale q.b.
  • grandi di pepe rosa
  • herbes de Provence o zahtar libanese o origano
Preparazione:

Radunate lo yogurt in una ciotola, salatelo poi trasferitelo in un telo filtro in cotone (ne esistono di appositi per il formaggio) e chiudetelo con uno spago.

Appendete il panno in frigorifero mettendo sotto una ciotola per raccogliere il liquido che colerà.

Lasciate il panno con lo yogurt appeso in frigorifero per 48 ore.

Dopodichè riprendete il composto di yogurt, formate della palline e deponetele su un vassoio.

Mettete il vassoio in frigorifero ad asciugare per altre 24 ore.

Disponete su di un piatto le spezie, riprendete le palline di yogurt e rotolatele nelle spezie.

Sistemate le palline in un barattolo sterile, aggiungete dei grani di pepe rosa e ricoprite con olio evo.

Fate riposare il formaggio per almeno 48 ore il formaggio prima di consumare.

Conservate il labneh in frigorifero.

Labneh in palline messo in barattoletti ripieni di olio e spezie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.