Vanillekipferl

vanillikipferl biscotti alla vaniglia a forma di mezzaluna  messi su una teglia ricoperta di carta forno adagiata su canovacci a righe bianco e grigio con dietro lucine e decorazioni di natale

Sono molto in ritardo con il Natale la verità è che non sono mai pronta ad accoglierlo perchè non lo amo, non amo il consumismo che fa perdere il vero senso del Natale e che si riduce ad una frenetica corsa ai regali, lo so sono fuori dal coro ma la penso così.

IL NATALE E I BISCOTTI PROVENIENTI DALL’EUROPA

Di questo periodo invece apprezzo molto il tornare protagonista dei biscotti che amo molto e non so perchè durante l’anno vengono ingiustamente snobbati. Lo trovo un ottimo regalo e fatti in casi sono un valore aggiunto all’atmosfera di Natale.

La tradizione nord-europea ne ha una varietà infinita a cui attingere, negli anni passati ve ne ho proposti diversi. 

Ogni anno ve ne propongo qualcuno diverso , lo scorso anno quelli di vetro, i biscotti Rudolph, i linzer cookies, la settimana scorsa i lebkuchen; tutti molto scenografici.

Ma nel blog ce ne sono diversi, scrivete biscotti nel campo search e troverete anche gli speculous, i gingerbread e molti altri. 

I VANILLEKIPFERL

Oggi invece vi propongo i vanillekipferl che insieme agli spitzbuben e ai zimtsterne costituiscono la triade dei biscotti natalizi di Germania, Austria e Boemia. I vanillekipferli come molti altri sono ormai stati acquisiti anche nella tradizione dell’Alto Adige probabilmente per l’influsso di confine.

VANILLEKIPFERL: TRA STORIA E LEGGENDA

Indagando sulla storia di questi biscotti inizialmente non avevo trovato granché tanto da sembrare senza storia, approfondendo poi ho scoperto che la loro origine è legata a un mix di storia e leggenda.

Pare che infatti che la loro creazione non sia strettamente legata al natale ma che derivi da un evento storico precisa ovvero la sconfitta dei turchi da parte dell’impero austro-ungarico nel 1863.

La leggenda narra che per espugnare la città i turchi avessero creato una fitta rete di gallerie sotterranee, si dice che furono i fornai al lavoro di notte a sentire i rumori e dare l’allarme che evitò la disfatta.

Il re di Polonia, Giovanni III Sobieski, che aveva guidato le truppe cristiane alla vittoria, volle un dolce per celebrare l’avvenimento, fu così che i pasticceri crearono dei biscotti a forma di mezza luna quale richiamo alla bandiera turca.

Il collegamento con il natale si ha invece per la prima volta nel 1911, quando i vanillekipferl furono menzionati come ricetta natalizia in un libro austriaco di cucina per principianti.

Se a ciò si aggiunge che la vaniglia è l’aroma emblema dei biscotti di natale in Austria il nesso con questa festività è stabilito.

LA RICETTA

Se leggendo la ricetta non trovate l’uovo non pensate ci sia un errore, è la caratteristica di questo biscotto che proprio per questa assenza risulta più friabile e delicato, con un aroma di vaniglia più spiccato.

E’ una ricetta  facilissima da fare che vi propongo sia nella versione classica che con il bimby stante l’espressa richiesta fattami via e-mail da una follower di nome Caterina che mi ha chiesto qualche ricetta di natale da fare con questo Thermomix. Ecco quindi i due procedimenti..

Ingredienti:

  • 280 g farina 00
  • 210 g burro(preferibile quello tedesco)
  • 100 g farina di mandorle 
  • 100 g zucchero semolato
  • 1 cucchiaino estratto di vaniglia (o 1 bustina di vanillina)
  • 1 pizzico di sale
  • + 3 cucchiai di zucchero semolato per la copertura

Preparazione:

Raccogliete in una ciotola la farina di mandorle, la farina 00, il pizzico di sale e mescolate.

Aggiungete quindi il burro freddo tagliato a pezzettini piccoli e iniziate a impastare con la punta delle dita, aggiungete quindi lo zucchero e i semi di vaniglia e continuate a impastare fino a ottenere un impasto omogeneo.

Avvolgetelo nella pellicola e fatelo riposare in frigorifero per un’ora.

Riprendete l’impasto divitelo in porzionidi circa 12 grammi, ricavate dei cordoncini spessi 1 cm, lunghi circa 8 cm e ripiegateli per formare un di mezza luna.

Posizionate i vanillekipferl su una placca ricoperta di carta forno ben distanziati fra di loro.

Infornate nel forno preriscaldato a 175° (modalità statica) per 12/15 minuti.

Estraeteli dal  forno non appena risulteranno ambrati.

Quando risulteranno tiepidi passateli delicatamente nello zucchero semolato.

Fate questa operazione con delicatezza perchè essendo un biscotto senza burro è molto friabile.

Preparazione bimby:

Se avete le mandorle pelate, potete ridurle in farina mettendole nel boccale poi azionate 30 sec vel. 6

Aggiungete alla farina di mandorle ottenuta il burro ridotto a pezzetti, la farina 00, lo zucchero, la vaniglia e avviate 30 sec. vel. 6.

Riversate l’impasto su un piano infarinato, impastate qualche secondo per compattarlo poi formate una palla e avvolgetela nella pellicola.

Fate riposare in frigo per un’ora.

Trascorso questo tempo, riprendete l’impasto, prelevatene delle piccole porzioni e ricavate deicordoncini spessi 1 cm, lunghi circa 8 cm e ripiegateli per formare un cornetto.

Adagiate i vanillekipferl su una placca ricoperta di carta forno man mano che li formate.

Infornate i biscotti nel forno preriscaldato a 175° per 12/15 minuti.

Non devo cuocere molto, appena risulteranno dorati toglieteli dal forno e lasciateli raffreddare.

Non temete se appenatolti sembrano ancora un po’ morbidi, raffreddandosi assumeranno unaconsistenza soda.

Lasciateli intiepidire poi passateli nello zucchero semolato (alcuni li passano nello zucchero a velo) delicatamente perchè essendo un biscotto friabile è molto delicato.

biscotti vanillekipferl a forma di mezzaluna ricoperti di zucchero adagiati su una teglia da forno posta su strofinacci color grigio sullo sfondo lucine di natale  e palline di natale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.