Gnocchi di zucca veg con cavolo nero e crema di cavolfiore

Gnocchi zucca Cucina SerenaNon è mia abitudine parlare del tempo ma è praticamente impossibile ignorare l’ondata di pioggia che sta flagellando l’Italia.

Durante il ponte a Roma è stato un temporale continuo, cucinare per me è stato l’unico modo per farmela prendere bene.

#50SFUMATUREDIZUCCA

Ho realizzato diverse ricette molte delle quali a base di zucca.

E’ un ingrediente che mi ha sempre ispirato in cucina, me ne sono accorta scandagliando il mio archivio del blog (vellutata, tagliatelle, tortelli di zucca alla mantovana, pasta con zucca e rigatino, carpaccio, medaglioni, polpette, zucca al forno e persino dolci).

Anche in questo lungo week end ho sperimentato diverse ricette con questo ingrediente e per l’occasione ho coniato l’hastag #50sfumaturedizucca.

Poi ho lanciato un sondaggio sulle mie stories di Instagram per far scegliere ai followers che ricetta avrebbero preferito oggi, se dolce o salata.

Contrariamente alle mie aspettative ha vinto la ricetta salata allora eccola qui…

GNOCCHI ALLA ZUCCA VEGAN E GLUTEN FREE CONDITO CON VERDURE AUTUNNALI

Ho voluto preparare degli gnocchi con la zucca, li avevo già fatti in passato ma volevo che fosse una ricetta fruibile da più categorie comprese quelle veg e gluten free.

Per questo motivo al posto della farina di grano duro ho utilizzato una farina gluten free e poi li ho conditi con delle verdure in due consistenze: una croccante, l’altra cremosa.

Seguendo la stagionalità ho scelto il cavolo nero che a me piace molto e il cavolfiore, indiscusso protagonista delle stagione fredde (nonchè altra verdura versatile in cucina; cercate cavolfiore nel campo search e troverete diverse ricette).

Il risultato è un primo piatto delicato e leggero perfetto anche per celiaci, vegetariani e vegani.

IL CONSIGLIO IN PIU’

Gli gnocchi di zucca sono delicati per cui eviterei di condirli con il sugo di pomodoro perchè ne sovrasterebbe il sapore.

In alternativa potreste consumarli con dei funghi ripassati in padella, ottimi sarebbero i pioppini e/o i porcini.

Se non siete vegetariani, invece, e preferite un primo decisamente più saporito, vi consiglio di arricchire il piatto con della pancetta rosolata in poco olio, omettendo la crema di cavolfiore.

Ingredienti per glio gnocchi due persone:

  • 250 g di zucca (circa 350 g con la buccia)
  • 175 g di patate
  • 100 g di farina gluten free
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1/2 cucchiaino di noce moscata
  • 200 g di cavolo nero
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 piccolo peperoncino (facoltativo)
  • 200 g di cimette di cavolfiore
  • 60 ml di latte di avena (non dolcificato)
  • 40 g di parmigiano vegano
  • olio q.b.

Preparazione:

Per la preparazione degli gnocchi iniziate cuocendo in forno la zucca (con tutta la buccia) avvolta nella stagnola a 180° per 20/25 minuti fino a quando non risulterà morbida.

Una volta cotta raccogliete con un cucchiaio la polpa.

Fate cuocere le patate in acqua bollente salata, poi privatele della buccia, passatele allo schiacciapatate e raccoglietele in una ciotola.

Unite la zucca alle patate, salate, aggiungete la noce moscata e iniziate a mescolare.

Inserite quindi la farina, impastate prima con la forchetta poi con le mani fino ad ottenere un composto morbido. Non deve essere troppo appiccicoso sicchè all’occorrenza aggiungete dell’altra farina (la variabile è la quantità di acqua contenuta nelle verdure e quanta ne assorbono durate le fasi di cottura).

Infarinate la tavola da lavoro poi prelevate una porzione d’impasto, formate dei cilindretti larghi 1,5 cm.

Tagliate i cilindretti a tocchetti della stessa dimensione. Se lo avete passateli su un rigagnocchi come ho fatto io.

Lessate gli gnocchi in abbondate acqua salata nella quale avrete diluito un paio di cucchiai di olio per non far attaccare gli gnocchi durante la cottura.

Per il condimento: lavate le foglie di cavolo nero privatele della nervatura centrale dura.

Poi tagliate a striscioline di 1 cm le foglie di cavolo.

Mettete dell’olio in una pentola capiente, uno spicchio d’aglio con tutta la camicia e il piccolo peperoncino intero (facoltativo) e fare soffriggere per poco.

Una volta rosolati gli odori, aggiungete le striscioline di cavolo nero, salate fate cuocere un minuto circa girando spesso le foglie poi abbassate la fiamma. Coprite con il coperchio e lasciate cuocere altri 3/4 minuti muovendo spesso le foglie per non farle attaccare (le verdure devono restare croccanti).

Spegnete e tenete da parte.

Bollite il cavolfiore pochi minuti in acqua salata (deve restare semi croccante).

Scolatelo bene e tamponatelo con della carta assorbente in modo che l’acqua in eccesso non provochi schizzi quando lo ripasserete in padella.

Mettete un paio di cucchiai di olio in una padella, ripassateci il cavolfiore per un minuto circa, prestando attenzione a non farlo bruciacchiare.

Versate il cavolfiore in un bicchiere per minipimer aggiungete il latte di avena e frullate inserite quindi il parmigiano vegano e frullate ancora fino a ottenere un composto cremoso.

Sminuzzate al coltello le foglie di cavolo nero e ripassatele in padella con poco olio per scaldarle.

Scolate gli gnocchi versateli nella padella con il cavolo nero e mescolate sulla fiamma per condirli.

Togliete la pentola dal fuoco e dopo aver scaldato la crema di cavolfiore versatela sugli gnocchi.

Servite gli gnocchi di zucca caldi, se preferite completate con una spolverata di parmigiano vegano.

Gnocchi di zucca e patate vegan

Nota: la ricetta nasce vegana ma per chi non lo fosse è possibile sostituire il latte di avena con latte vaccino, il parmigiano vegano con quello reggiano e/o seguire i consigli dati prima del procedimento per fare la ricetta.

 

Credits: ricetta ispirata da Beautyfood blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.