Stollen o Christstollen

Stollen dolce tipico di natale tedescoQuest’anno sono un po’ in ritardo con le ricette delle feste per via dei molteplici impegno per eventi in più c’è da dire che non amo particolarmente il natale ma ob torto collo anch’io devo accettare che alla fine (in molti lo preannunciavano sin da agosto!) è veramente alle porte per cui eccomi qui a suggervi idee da portare in tavola durante le feste, per farmi perdonare farò del mio meglio per pubblicare tre ricette settimanali prima di natale anzichè 2 come di prassi.

Iniziamo con lo Stollen lo conoscete!? conosciuto anche come Christstollen o Weihnachtsstolle è un antico dolce tedesco tipico del natale a base di canditi e spezie diffuso nondimeno in altri paesi mitteleuropei dove viene rifatto con delle varianti ed è considerato alla stregua del nostro panettone.

La sua origine risale al XIV sec, la prima notizia documentata che lo riguarda infatti è del 1329 ma acquisisce la sua attuale identità nel 1974 legato alla città di Dresda tanto che da allora viene chiamato Stollen di Dresda (Dresdner Stollen) ed è annoverato come prodotto IGP (Indicazione Geografica Protetta).

A Dresda viene prodotto artigianalmente nei vari negozi locali secondo la ricetta tradizionale al fine di ottenre il sigillo d’oro Dresden Christstollen®, esiste inoltre un “Stollen Association” che raggruppa tutti produttori di Stollen originali per garantire l’autenticità del prodotto, questa associazione infatti vigila sugli ingredienti utilizzati che siano gli stessi della ricetta originale secondo la quale alcuni quali burro (vietata la margarina), latte fresco, farina di grano, uvetta, canditi, pasta di mandorle sono insostituibili per poter essere qualificato Stollen.

Devo dire che prima di documentarmi mi era totalmente sconosciuta la rigidità di questi parametri, i tedeschi si sa che hanno regole ferree e questo si riverbera evidentemente anche nella cucina ma devo dire che il dolce è talmente buono che preservare l’autenticità di simili prodotti va ad appannaggio del gusto e costituisce un valore aggiunto alla tradizionalità di questo dolce che vi consiglio assolutamente di provare.

Nonostante non sia amante dei canditi lo Stollen mi ha sempre incuriosito e la curiosità si sa va soddisfatta se non altro per avere una misura del gusto e poter dire se il prodotto piaccia o meno e devo dire che questo dolce è un tripudio di profumi e sapori al quale è difficile resistere che a me ha letteralmente conquistata per cui vi segnate gli ingredienti e correte a fare la spesa non ve ne pentirete..

Con questa ricetta partecipo al Contest di Ladybliz – Lady Kitchen in cucina con Ladybliz “magia del Natale in cucina” con Pavoni Italia

Ingredienti:

  • 250 g di farina di grano tenero semintegrale (o farina 00)
  • 75 ml di latte intero fresco
  • 25 g di burro (chiarificato)
  • 1 uovo
  • 10 g di zucchero semolato
  • 6 g di lievito di birra fresco
  • 100 g di uvetta di corinto
  • 40 g di scorze di arancia candita
  • 25 g di scorza di cedro candita
  • scorza di 2 mandarini bio (di limone per la ricetta originale)
  • 25 g di filetti di mandorle
  • 10 ml di rum (1 cucchiaio e 1/2)
  • 1 cucchiaino di essenza di vaniglia
  • 1 cucchiaino di cardamomo in polvere
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • 1 pizzico di pepe bianco
  • 25 g di zucchero di canna
  • 1 pizzico di sale
  • 150 g di marzapane
  • burro fuso q.b.
  • zucchero a velo q.b.

Preparazione:

Per prima cosa mettete in ammollo l’uvetta con il rum per un’ora, dopo mezz’ora aggiungetevi anche le scorze di arancia e di cedro candite, le spezie (cardamomo, cannella, pepe, essenza di vaniglia) e la scorza dei mandarini e lasciate tutto in infusione.

Nel frattempo intiepidite il latte (circa 37°) e scioglietevi il lievito di birra fresco.

In una ciotola versate la 125 g di farina, lo zucchero semolato (10 g), aggiungete il lievito sciolto nel latte mescolate e lasciate riposare un’ora.

Trascorso questo tempo aggiungete l’altra farina, lo zucchero di canna, il sale, il burro ammorbidito e l’uovo quindi impastate fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo,copritelo e lasciatelo lievitare un’altra ora.

Aggiungete quindi la frutta secca, le mandorle e impastate.

Stendete l’impasto ad uno spessore di 1 cm (se volete dei mini stollen come ho fatto io dividetelo in tre parti) e inserite nel centro il marzapane a cui avrete dato una forma cilindrica appiattita e ripiegate i lembi dall’esterno verso l’interno a coprire la pasta di mandorle e sigillate bene poi ripiegate le estremità verso il basso fino ad arrivare alla base.

Alloggiate lo stollen (o i mini stollen) su una teglia ricoperta di carta forno, ricoprite con un telo di cotone e lasciate lievitare per mezz’ora al riparo da correnti di aria.

Mentre è in corso l’ultima lievitazione accendete il forno a 180°.

Trascorsa la mezz’ora infornate lo Stollen nel forno preriscaldato e lasciate cuocere a 180° (funzione statica) per 30 minuti.

Una volta cotti togliete dal forno, fate fondere del burro, spennatevi la superficie del dolce infine ricopritelo interamente con abbondante zucchero a velo.

Consumatelo freddo.

Stollen dolce di Natale tedesco

Nota: io ho preferito ridurre in piccoli pezzi canditi e uvetta perchè non amo troppo in canditi ma volendo potete usarli interi (infatti nella ricetta non ho dato indicazioni per sminuzzarli) e ho messo una quantità contenuta di marzapane affinchè il dolce non risultasse stucchevole ma se amate  i dolci con un tono di dolce più incisivo aumentate un po’ la quantità di marzapane

Credits: http://sassoniaturismo-blog.it/il-segreto-di-un-vero-stollen/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *