Mangialonga picena

Vigneti del territorio Piceno

Offida terra picena anche quest’anno protagonista con la Mangialonga di un evento che come un omerico canto delle sirene ha richiamato oltre 800 visitatori da tutta Italia.

L’EVENTO

La curiosità per la manifestazione suggeritomi della mia amica Cristiana (recidiva alla sua quarta Mangialonga) e il cortese invito della Picenum tour a ritornare in quest’occasione nell’incantevole territorio ascolano (che proprio loro con le “100 Ore nel Piceno” mi avevano fatto apprezzare) mi hanno indotto ad abbandonare per un giorno i tacchi per indossare delle comuni scarpe da ginnastica e macinare terra sotto un sole battente con un bicchiere di vino in mano, gli occhi persi nel verde delle vigne e un sorriso da ragazzina entusiasta sul volto.

La Mangialonga è una passeggiata enogastronomica di 6,5 km nelle colline picene fra i vigneti della DOCG Offida con tappe itineranti ad ognuna delle quali è possibile degustare piatti sapientemente ideati da selezionati chef del territorio ma io la definirei una sorta di <viaggio “sensoriale” a contatto con la natura contemplando la bellezza verde di questa terra>.

Mnagialonga Picena - Cucina serena

Un evento a cadenza annuale (penultima domenica di luglio di ogni anno), giunto alla IV edizione e organizzato nei minimi dettagli, tramutatosi in una manifestazione che sta riscuotendo un successo crescente: circa 200 partecipanti il primo anno, un numero esponenzialmente raddoppiato nell’anno successivo con 400 partecipanti, 600 nel 2016 e più di 800 quest’anno.

Quando ho compreso il faticoso lavoro che c’è dietro per portarla a compimento mi è sorto spontaneo chiedere ai fondatori della Picenum Tour come gli fosse venuto in mente di progettare una simile kermesse, così Marco Cicconi mi racconta: “un giorno mentre eravamo in cerca di idee per rilanciare il nostro territorio il mio socio Emanuele si è imbattuto nella Mangialonga La Morra e mi ha proposto di fare una cosa simile nel nostro territorio, l’idea mi è piaciuta così ci siamo messi in moto per realizzarla”.

Per poterlo fare hanno chiesto e acquisito la concessione del patrocinio gratuito all’utilizzo del nome “Mangialonga” dagli ideatori del format originale aggiungendogli poi la qualifica territoriale Picena per avere una identità che potesse promuovere il proprio territorio: è nata così la “Mangialonga Picena”.

Mangialonga Picenum Tour

L’ITINERARIO GASTRONOMICO

Ritirato pass, sacchetta con calice e zainetto abbiano dato il via al percorso enogastronomico suddiviso in 10 tappe a base di piatti gourmet studiati in abbinamento con vini e birre artigianali locali:

1 Tappa APERITIVO presso l’Enoteca Spazio Vino di Offida con trancio di Margherita Morrison’s dell’omonimo Pub fatta con mozzarella pomodoro a pezzettoni basilico e ricotta salata accompagnata da una birra artigianale Carnival di Offida.

A piazzale Merlettaie siamo saliti sulla navetta diretta a Ripatransone per la 2 TAPPA presso la Tenuta Cocci Grifoni (di cui parlato nell‘articolo scritto per Aifb) dove abbiamo degustato prelibatezze gastronomiche: Insalata, acciughe, limone ed erbe aromatiche“, sotto l’apparente semplicità un piatto “gourmand” a firma dello chef Nikita Sergeev –Ristorante L’Arcade– e “il Polpo cotto nella sua acqua, fagiolini e gelato di cipolla rossa” proposto dal Ristorante Attico sul Mare di Simone Marconi, un tenerissimo octopus servito con un irresistibile appeal cromatico visivo.

e "il Polpo cotto nella sua acqua, fagiolini e gelato di cipolla rossa" - Attico sul Mare

Attraversando i calanchi di Ripatransone (rinomatamente brulli e privi di vegetazione) siamo giunti alla 3 TAPPA – I FRITTI con “le olive ascolane” di Fritto Misto Lab e lo “Sgombro in carrozza in pesto di rucola e crema di peperone rosso alla scapece una proposta che evidenzia l’abilità dello chef Andrea Romani – Ristorante La Croisette – nel valorizzare il pesce azzurro prodotto ittico locale.

Mangialonga Picena percorso enogastronomico

4 Tappa – PRIMI presso Azienda agribiologica AURORA di Offida con sottofondo musicale jazz del Cistola Trio abbiamo degustato due primi di lignaggio gourmet:  gli “Gnocchi in salsa brodettata” dello chef Andrea Mosca – Ristorante Marilì- un piatto che ha messo in luce le sue capacità sperimentali come l’inconsueto utilizzo in questo piatto del finocchietto marino (più comunemente conosciuto come erba spaccapietra) e “Il cannellone al cucchiaio” dello chef Daniele Citeroni – Osteria Ophis – un bella rivisitazione di un classico italiano in versione petit.

5 Tappa – YOGURT Dopo una ripida discesa degna di un parco avventura con tanto di corda ci siamo guadagnati un break nel Boschetto Fiobbo di Offida con un delizioso dessert gelato “Yogurt, zenzero e albicocca guarnito con frutta sciroppata ed estratti alla frutta” realizzato  dal gelatiere Fabio Bracciotti della Sorbetteria Crème Glacée.

"Gnocchi in salsa brodettata" dello chef Andrea Mosca – Ristorante Marilì Mangialonga

6 Tappa –  SECONDI presso la terrazza panoramica della cantina Paolini e Stanford dove lo sguardo si perde sui filari allineati dei vigneti e con l’intrattenimento musicale delle The Hologram abbiamo gustato “il maialino nostrano alle erbe officinali, mirtillo nero al sentore di Anisetta Meletti” dello chef Roberto Di Sante –Caffè Meletti- mentre la chef Maria Elena Cicchi -Agriturismo Villa Cicchi- ha proposto un “flan di parmigiano con crumble di verdure estive e gelatina di pomodori e vaniglia“, due piatti che hanno incantato il palato.

7 Tappa – FORMAGGI per l’ultima tappa nella campagna offidana nella zona antistante la Chiesa di S. Filippo è stata servita una selezione di formaggi (Cheese For peace e Rosa spina) dell’Azienda agricola Fontegranne, da apprezzare anche per il loro spirito di solidarietà, con il programma “Cheese for Peace progetto interscambio tra i popoli” infatti ogni anno devolvono a un’attività umanitaria diversa una quota centesimale per ogni chilo di prodotto venduto, un motivo in più per acquistare i prodotti da loro.

Maria Elena Cicchi -Agriturismo Villa Cicchi- ha proposto un "flan di parmigiano con crumble di verdure estive e gelatina di pomodori e vaniglia"

8/9 Tappa – DOLCI L’epilogo della manifestazione ha avuto luogo nel centro di Offida dove per la prima sosta dessert presso Vì/Strò è stato servito un dolce a base di un prodotto tipico del territorio “le Pesche della Valdaso con  ricotta mantecata e cioccolato bianco” realizzato dallo chef Luca De Cesaris -Ristorante Piccolo Teatro- poi presso il Ciù Ciù showroom è stata la volta della “Zuppetta di frutta fresca, spuma al basilico e meringa al pomodoro” frutto dell’estro creativo della chef Sabrina Tuzi -Degusteria del Gigante-.

10 Tappa – LE ECCELLENZE PICENE L’ultima tappa si è consumata nella bella piazza del Popolo di Offida, animata fino a tardi dalla musica del gruppo Terapia Latina, in cui era possibile degustare alcuni prodotti tipici locali: il Vino cotto dell’Azienda Colline Offidane, il Funghetto offidano di Fior di Farina, le miscele di Caffè Orlandi Passion e i liquori dell’Anisetta Rosati.

Dolci Mangialonga Picena 2017

In abbinamento al repertorio gastronomico sono stati proposti vini delle cantine Tenuta Cocci Grifoni, San Giovanni, Aurora, Paolini e Stanford, Azienda San Filippo, Tenuta La Riserva e Ciù Ciù mentre le bibite analcoliche erano della Paoletti e la birra artigianale della Carnival Offida.

*NON PERDETE IL PROSSIMO APPUNTAMENTO*

P.zza del Popolo Offida Mangialonga Picena

Per me è stata un’inedita avventura che è valsa la pena di vivere vi consiglio quindi di annotare in agenda la data della prossima edizione prevista per il 22 LUGLIO 2018, i biglietti saranno messi in vendita nei primi mesi dell’anno prossimo e potranno essere acquisitati direttamente sul sito web della Mangialongapicena fino ad esaurimento.

Chi li acquisterà con largo anticipo potrà beneficiare di una riduzione sul prezzo (per i bambini fino a 12 anni il biglietto avrà comunque un costo ridotto) e darà diritto al menù classico ideato dall’organizzazione in collaborazione con gli chef salvo richieste particolari quali menu vegetariano o segnalazioni di intolleranze specifiche.

Se una volta acquistato il biglietto foste impossibilitati a partecipare all’evento sappiate che la Picenum Tour consente di cedere il biglietto ad altra persona oppure di utilizzarlo per prendere parte alla Mangialonga Picena dell’anno seguente (2019).

Per ulteriori informazioni:

picenumtour_logo_dark_270x90

PICENUM TOUR – Via Lava 239, 63073 Offida (AP) – Italia
e-mail: info@picenumtour.it

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *