Stracci di pasta all’acqua con zucchine e gamberetti

pasta fresca senza uova

Con le temperature più miti inizia la voglia di piatti leggeri, un piatto di pesce in questi casi è sempre la scelta giusta se poi si vuole arricchire di gusto una pietanza mantenendo tuttavia un sapore delicato la zucchina è la verdura che crea un connubio di sapori vincente.

Mi stuzzicava l’idea di un primo di pesce con la pasta lunga che a me piace molto, solo che ogni volta che mi ritrovo a mangiarla in un ristorante o quando sono ospite a casa di altri mi sale l’ansia perchè arrotolarla tutta sulla forchetta senza che ti scivoli un po’ dai rebbi mentre te la stai mettendo in bocca lanciando schizzi di olio sugli abiti è un’impresa non impossibile ma sicuramente ardua, così ragionando mi sono ricordata di una pasta che avevo mangiato in un ristorante di mare chiamata “stracciata” perchè la fettuccina era stata strappata per ridurne la lunghezza.

Mi è venuto quindi in mente di riprodurla con la pasta fresca all’acqua senza uova che sono solita fare quando voglio preservare la leggerezza di un piatto. Per prepararla ho utilizzato due tipi di farine di semola diverse, una scelta dovuta al fatto che essendo un impasto privo di un legante come l’uovo per una buona resa è opportuno utilizzare farine ad alto indice glutinico e proteico.

Una pasta senza uova, dei gamberetti, le zucchine che danno sapore, la curcuma che fa bene e arricchisce il piatto di colore ed ecco servito un primo leggero, sobrio ed equilibrato nel gusto proprio quello che volevo.

Un tipo di pasta adatta a chi è intollerante alle uova ma anche ai vegani e il condimento, se privato dei gamberetti, lo rende un primo totally vegan.

E adesso tutti sotto ad impastare ecco la ricetta…

Ingredienti per la pasta fresca:

Tempo 25 min + riposo
persone quantità 2
  • 60 g di farina di semola
  • 40 g di farina di semola rimacinata
  • 45/50 ml di acqua tiepida*

Ingredienti per il condimento:

  • 120 g di gamberetti sgusciati
  • 2 zucchine medie
  • vino bianco q.b.
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 cucchiaino di curcuma in polvere

Preparazione:

Mescolate le due farine con il sale poi disponetele a fontana facendo un buco nel centro, aggiungete l’acqua tiepida poca alla volta e mescolate man mano che la versate per farla unire gradatamente al composto di farine.

Manipolate gli ingredienti fino ad ottenere un impasto compatto e omogeneo, formate una palla e fatela riposare per un mezz’ora in un luogo asciutto.

Trascorso il tempo di riposo stendete la pasta con l’apposita macchinetta oppure a mano utilizzando un mattarello partendo dal cento rullate il mattarello avanti e dietro più volte fino a ottenere una sfoglia sottile di 1 mm.

Suddividete la sfoglia in quadrati di uguale misura piuttosto grandi, arrotolatene ciascuno su se stesso e tagliate il cilindro ottenuto a rondelle (2) larghe circa 5 mm, srotolate il cilindro e allargate la tagliatella “stracciata” per fargli prendere la forma lunga (1) (3).

Stendete le strisce su uno stendino per pasta per farle asciugare per circa un’oretta affinchè perdaNO l’umidità.

Nel frattempo dedicatevi alla preparazione del condimento: mondate le zucchine e tagliatele a julienne (tenetene da parte un paio di manciate).

Ponete sul fuoco una padella con tre cucchiai di olio e uno spicchio di aglio, appena imbiondisce eliminatelo, versate la julienne di zucchine, salate e saltatele per 4/5 minuti poi aggiungete i gamberetti sgusciati, fate insaporire qualche secondo quindi sfumate con vino bianco e lasciatelo evaporare. Spegnete la fiamma e tenete da parte.

In un padellino versare un cucchiaio di olio e friggete le altre zucchine che avete tenuto da parte poi tenete anche queste da parte, serviranno per completare e decorare il piatto.

Mettete una pentola di acqua sul fuoco medio quando bollirà buttateci la pasta e aggiungete un cucchiaio di olio per non farla attaccare durante la cottura.

Dopo 2 – 3 minuti la pasta sarà cotta, tiratela su con un mestolo forato e versatela nella pentola con il condimento in questo modo un po’ di acqua di cottura verrà versata nella pasta e manterrà cremoso il condimento quando mantecherete il tutto.

Mescolate delicatamente, aggiungete un cucchiaino di curcuma in polvere appena prima di spegnere la fiamma e mescolate di nuovo.

Impiattate e guarnite mettendo le zucchine fritte al centro del piatto.

Pasta vegan senza uova

Nota: E’ consigliato l’utilizzo di acqua tiepida perchè facilita l’idratazione dell’amido.

Se ti è piaciuta la mia ricetta e non vuoi perdere le prossime metti il Like e segui la mia pagina  Facebook Cucinaserena oppure Instagram, mi trovi anche su Twitter e Pinterest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *