Camembert al forno con timo e miele

Antipasto formaggio Camembert servito con miele

Era da tanto che mi balenava nella mente di riproporre sul blog questo antipasto che avevo assaggiato tempo fa in un ristorante perchè assaporandolo la combinazione d’ingredienti si era trasformata in una sintonia di sapori ed è anche la dimostrazione che non sempre è necessario improntare ricette elaborate per avere delle pietanze che appaghino il palato.

Il Camembert è uno dei formaggi francesi più famosi al mondo, la sua origine risale al 1791, presso il maniero di Beaumoncel nel comune di Camembert, quando Marie Harel incontra un sacerdote che aveva lasciato la regione francese della Brie per sfuggire alla Rivoluzione.

Egli le insegnò un nuovo metodo di lavorazione quello tipico del Brie fu così, unendo questo metodo a quello normanno, che nacque il Camembert. Essendo un formaggio a pasta molle fresco venne poi rivestito con una crosta di muffe superficiali che gli consentiva di viaggiare e in seguito arrivò l’idea della scatola tonda in legno di pioppo che consentiva al formaggio di affrontare viaggi attraverso i diversi continenti.

Ha una consistenza morbida e cremosa, il suo sapore è ricco e accentuato ma non troppo sapido e l’odore è intenso, il miele quindi ne rende il gusto più tondo compensandone la nota forte e decisa, qualcuno lo profuma con il rosmarino io invece preferisco il timo appena colto che conferisce freschezza a questa qualità di formaggio.

L’accostamento tra formaggio e miele è un binomio gastronomico apprezzato già dagli antichi romani anche se negli ultimi anni è diventato di gran moda tanto da essere servito come antipasto gourmet in molti ristoranti.

E’ consigliato abbinare al Camembert un tipo di miele monofloreale oppure mieli speciali (per esempio di corbezzolo o di cardo, di castagno..) per dargli un tocco particolare.

Provate questa sorta di fonduta aromatica e saporita accompagnandola con dei crostini di pane alla segale integrale o del pane che preferite, potete portare in tavola la classica forma da 250 g da mettere al centro del tavolo e pucciarci i crostini oppure optare, come ho fatto io, per le mignon size da 145 g e servirle come antipasto monoporzione per ogni commensale ma mi raccomando siate generosi con il miele perchè ci sta divinamente.

Camembert al forno con miele

Con questa ricetta èartecipo al conetest NATALizia: Il menù delle feste con Mielizia del blog Dolcemente Inventando

banner-contest-mielizia-200x300

Tempo 20 min
persone quantità 2

Ingredienti:

  • 2 Petit Camembert (145 g ciascuno)
  • 3 cucchiai di miele
  • 2 cucchiai di vino bianco secco*
  • 1 rametto di timo fresco
  • 1 spicchio di aglio (facoltativo)
  • 4 fette di pane alla segale integrale

Preparazione:

Scaldate il forno a 200°.

Togliete il formaggio dalla scatola* eliminate la carta che lo avvolge e, se volete un sapore più deciso, sfregatelo con lo spicchio di aglio (io non l’ho fatto).

Rimettete il formaggio nella scatola, senza la carta e senza il coperchio che chiudeva la scatola, praticate 2/3 piccole incisioni sulla calotta de formaggio poi mettetelo su di una teglia ed infornate.

Fatelo cuocere per circa 15 minuti finchè non sarà diventato morbido (potete verificarlo facendo una leggera pressione sulla parte superiore oppure inserendo la punta di  un coltello).

Una volta cotto estraetelo da forno poi con un coltello a punta eliminate la parte superiore, versate in ciascuna forma di formaggio un cucchiaio di vino secco.

Aggiungete su ciascuna forma di formaggio ancora caldo del timo fresco e un cucchiaio generoso di miele.

Riducete le fette di pane in triangolini da servire insieme al formaggio fuso.

Cospargete i crostini di formaggio e ricopriteli poi dell’altro miele oppure pucciateli direttamente nella forma di formaggio filante accompagnandoli con il miele.

Formaggio Camembert al forno servito con miele e timo

Nota: *Verificate che la scatola del formaggio abbai le grappette e non sia incollata, soltanto la prima infatti è adatta alla cottura in forno.

*Se avete del Kirsh in casa (liquore usato per la fonduta) sostituitelo al vino bianco avrà un gusto più particolare.

 

Se ti è piaciuta questa ricetta e non vuoi perdere le prossime metti il like sulla mia pagina   Facebook Cucinaserena o seguimi su Instagram o Twitter

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *