Cavoletti di Bruxelles con uva noci e melograno

Cavoletti di Bruxelles al fornoIn cucina tendo a seguire la stagionalità dei prodotti per sfruttarne appieno le proprietà nutritive ma nello stesso tempo cerco di abbinarli con originalità per creare piatti con una nota insolita e accattivante soprattutto quando ho a che fare con ingredienti dal sapore particolare come nel caso dei cavoletti di Bruxelles.

Originari del Belgio attualmente vengono coltivati in Inghilterra Francia e Olanda e in minima parte in Italia dove sembra che siano stati portati dalle truppe romane che occuparono il territorio belga. Ne esistono diverse varietà: precoce (da fine settembre a marzo), semi-tardiva (novembre e dicembre), tardiva (da gennaio a marzo).

Hanno numerose proprietà essendo ricchi di ferro, fosforo, potassio, calcio, fibre, vitamine A/C/E ed elementi preziosi contro le neoplasie quali flavonoidi e gli acidi fenolici.

Se possibile quindi cerco di conciliare il benessere salutare delle verdure con il gusto, aspetto che diventa prioritario quando si ha a che fare con ingredienti dal gusto particolare come questi cavoletti il cui sapore basico è tendenzialmente amaro e acido, per questo diventa importante sbollentarli prima di impiegarli nelle ricette per stemperarne la nota forte e commutarla in una indicativamente più dolce.

Seguendo la mia inclinazione protesa verso il contrasto di sapori dolce-amaro ho abbinato i cavoletti di Bruxelles con della frutta fresca e secca: uva rossa (della qualità priva di semi) e noci in cottura per arrotondarne il sapore, prima di servire ho aggiunto gli “arilli” (ossia i chicchi) di melograno dal sapore dolce acidulo e infine ho completato con dei frutti rossi disidratati per apportare la nota più dolce che bilanciasse quella amarognola del cavoletto.

Il risultato è stato piatto invernale sano, ricco, variegato e colorato perfetto per stupire gli amici vegetariani e non, indicato anche per portare in tavola un contorno diverso dal solito durante le imminenti festività.

Con questa ricetta partecipo al contest “Di cucina in cucina” Novembre-Dicembre” e al Contest Veggie Christmas 

contest-di-cucina-in-cucinachristmas

E con questo piatto fortunato ho VINTO entrambi i contest a cui ho partecipato!

Tempo 45 minuti
persone quantità 3

 

Ingredienti:

  • 250 g cavoletti Bruxelles (varietà semi-tardiva)
  • 1 porro
  • 80 g di gherigli di noci
  • 1 piccolo grappolo di uva rossa
  • 1/2 melograno
  • 2 cucchiai di mirtilli rossi
  • 1 rametto di rosamarino
  • olio extra vergine di oliva q.b.
  • sale q.b.

Preparazione:

Sciacquate i cavoletti, eliminate i torsoli e le foglie più esterne poi tagliateli a metà i grumoli (le piccole teste globose).

Pulite il porro e riducetelo in tronchetti della stessa dimensione (circa 1/2 cm).

Portate a bollore una pentola di acqua e sbollentate i cavolini insieme al porro per 5 minuti.

Scolate le verdure cotto in acqua, fategli perdere il liquido in eccesso poi tamponatelo con della carta assorbente e teneteli da parte.

Spezzettate grossolanamente le noci e tenetele da parte.

Staccate gli acini di uva rossa dal raspo, poi lavateli, asciugateli e tagliateli in due parti.

Rivestite una teglia con della carta forno distribuitevi le verdure sbollentate e le noci, salate e irrorate il tutto con un filo di olio (circa 2 cucchiai).

cavoletti di Bruxelles come cucinarli

Fate cuocere in forno a 180° per 25/30 minuti mescolando di tanto in tanto tutti gli ingredienti ma a circa metà cottura aggiungete anche gli acini di uva rossa e il rosmarino.

Nel frattempo prendete metà il melograno e sgranatelo tenendo i chicchi da parte in una ciotola.

Quando le verdure saranno cotte estraete la teglia dal forno e fate intiepidire per qualche minuto.

Prima di servire aggiungete il melograno e i frutti rossi essiccati.

Se troppo asciutto aggiungete un filo di olio e servite tiepido.

Contorno vegano di #salepepe_it

Se ti è piaciuta la mia ricetta e non vuoi perdere le prossime metti il like e segui la mia pagina  Facebook Cucinaserena Instagram e Twitter

Credits: ricetta ispirata da Sale&Pepe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *