Polpette di melanzane

Polpette con melanzane e pane raffermoLe polpette di melanzane è una ricetta tipica della cucina calabrese diffusa ormai in tutta Italia.

In estate è un classico familiare da proporre in tavola e soggiace a numerose varianti, c’è chi le prepara con le melanzane crude, chi le usa cotte, chi le cuoce prima al forno, chi le fa bollire ma in qualsiasi modo si fanno sono sempre buone purché rigorosamente fritte.

Si avete letto bene! Chi mi conosce sa che prediligo un tipo di cucina leggera (quasi tutte le ricette di polpette presenti nel mio blog sono cotte in forno) ma devo ammettere che fritte, come si dice a Roma: “sono la morte loro“, sono indiscutibilmente più buone cotte nell’olio purchè sia extra vergine d’oliva.

DA DOVE PROVIENE LA MELANZANA:

La melanzane è nata in India, si è diffusa poi in Oriente ed è giunta a noi nel XIII sec. per il tramite del popolo arabo.

Il nome sembra sia stato coniato ad hoc: mela insana, frutto non sano per via della sua tossicità determinata dall’elevato contenuto di solanina presente che provocava irritazioni nocive per l’organismo se assunta cruda (in origone veniva mangiata così), è infatti uno dei pochi ortaggi che non può essere consumato crudo.

Molto più probabilmente, invece, il termine deriva dall’arabo badingian con aggiunta della parola greca “mélas” che vuol dire nero per via del suo colore più conosciuto che è scuro anche ormai ne esistono numerose varietà dai colori più variegati.

In seguito si cominciò a farne un utilizzo cotto, perse così la sua fama di ortaggio nocivo ed iniziò la sua diffusione in tutta l’Europa.

Anche se vengono coltivate tutto l’anno in realtà è un ortaggio estivo, matura ad agosto e viene raccolto da luglio ad ottobre è quindi preferibile consumarlo nei mesi in cui maturano all’aperto.

Abbiamo, dunque, ancora un po’ di tempo per goderci questa pianta versatile (addirittura in Campania si fanno anche al cioccolato) che trova largo impiego in cucina.

Io le adoro e le mangio pertanto in molti modi e fra i tanti le polpette, come la parmigiana di melanzane, sono le ricette che secondo me la valorizzano di più.

Buone come secondo piatto, antipasto, perfette in versione street food come ve le propongo qui io, non fanno venire l’acquolina solo alla vista!?

Ecco allora la ricetta nel caso voleste prepararle..

Tempo 35 min + riposo
persone quantità 3/4

Ingredienti:

  • 500 g di melanzane (2 di media grandezza)
  • 2/3 fette di pane raffermo solo mollica (oppure 3 fette di pane per tramezzini)
  • 1 uovo
  • 60 g pecorino
  • pangrattato q.b.
  • 4/5 foglie di menta
  • latte o acqua q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • extra vergine d’oliva per friggere

Preparazione:

Lavate le melanzane e lessatele in acqua salata, ci vorranno circa 20 minuti.

Bagnate il pane raffermo con del latte (o acqua) e, quando  sarà molle, strizzatelo e sminuzzatelo.

Una volta che le melanzane saranno cotte lasciatele raffreddare poi strizzatele per eliminare l’acqua in eccesso e sminuzzatele anch’esse su di un tagliere con un coltello con tutta la loro buccia.

Raccoglietele in una ciotola ed aggiungete pecorino, pane, uovo, menta fresca spezzettata poi salate, pepate e mescolate sino a ottenere un composto omogeneo.

Se risultasse troppo umido aggiungete del pan grattato.

Mettete l’impasto in frigorifero a riposare per mezz’ora affinché si compatti.

Trascorso il tempo di riposo riprendete le melanzane e lavorate il composto dandogli la forma della classica polpetta tonda.

Versate in un piatto del pangrattato e rollate le polpette facendolo aderire su tutti i lati.

Scuotete ogni polpetta per eliminare la panure in eccesso ed adagiatele su di un vassoio.

Nel frattempo mettete l’olio in una pentola alta e sufficientemente capiente e portatelo ad una temperatura di 170°/180° (per chi è dotato di termometro la temperatura esatta per fritti di piccola e media grandezza è 176°) e immergetele nell’olio e lasciatele cuocere fino a completa doratura.

Man mano che le friggete ponetele su di un vassoio ricoperto di carta assorbente, meglio se carta paglia.

Ideali consumarle tiepide o fredde perchè con il riposo ne acquisterà in termini di gusto.

melanzane a polpetta

Nota: per un sapore più ricco e meno intenso potete usare metà dose di parmigiano e l’altra metà di pecorino oppure sostituire il pecorino con il parmigiano.

Per altre ricette con questo ortaggio inserite la parola melanzana o melanzane nel campo search del blog.

Se ti è piaciuta questa ricetta e non vuoi perdere le prossime metti il like sulla mia pagina   Facebook Cucinaserena o seguimi su Instagram, Twitter Pinterest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.