Canederli allo speck

Canederli, palline di pane raffermo con speck e formaggio in brodo
Canederli, palline di pane raffermo con speck e formaggio in brodoE

Era da un pò che avevo in programma di pubblicare questa ricetta e dato che proprio oggi ricorre la giornata Nazionale dei Canederli nel Calendario del Cibo Italiano dell’AIFB ho pensato fosse l’occasione giusta farlo.

Sono delle palline di pane raffermo farcite con differenti ingredienti (funghi, spinaci, speck..) servite in brodo oppure con burro fuso ma anche asciutte come contorno per accompagnare il Gulasch.

Dopo essere stata a Bolzano per i mercatini di Natale ed aver assaggiato la ricetta originale mi sono accorta che la dimensione dei canederli che ero solita fare era troppo piccola, più simili a delle polpette che a degli arancini come in effetti la ricetta madre vuole e così ho voluto rifarli come gli originali.

E’ un piatto che ha una sua storia, già nel Medioevo venivano fatte delle palline di riso, miglio o farina di mais che intinte nel sugo venivano mangiate con le mani in mancanza di posate adatte, alla fine del XII sec. si diffuse l’uso del coltello da canederli, una posata a metà fra coltello e forchetta tracce di ciò si ha nella cappella del Castello di Appiano in Alto Adige dove si trova raffigurata la più antica rappresentazione di una “assaggiatrice di canederli” che con l’ausilio di una speciale posata si porta alla bocca un canederlo preso dal tegame posto sul fuoco.

I glottologi ritengono che “canederlo” sia una denominazione italianizzata di knodel, termine tedesco del canederlo non a caso è un piatto prevalentemente cucinato nell’Europa centrale.

Esistono tante varianti con diversi abbinamenti, ce n’è anche una versione dolce che mi ripropongo di pubblicare quanto prima, ma qui vi lascio la ricetta più nota quella dei canederli con speck e formaggio presa da un libro di ricette interamente dedicato ai canederli acquistato in loco alla quale ho apportato alcune varianti, vi consiglio di provarla..

Tempo 25 minuti + t riposo
persone quantità 2

Ingredienti:

  • 4-5 panini raffermi
  • 150 ml di latte tiepido
  • 1 scalogno piccolo
  • 2 uova grandi (o 3 piccole)
  • 20 g di burro
  • 2 cucchiai di farina
  • 1 cucchiaio di pangrattato
  • 2 cucchiai di parmigiano
  • 100 g di speck
  • 3 rametti di prezzemolo
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • noce moscata q.b. (appena grattugiata)
  • 1 + 1/2 l di brodo di verdure per la cottura

Preparazione:

Tagliate il pane a piccoli quadretti di circa 1cm e ponetelo in una terrina.

Mettete il latte in una ciotola aggiungete le spezie, mescolate e distribuitelo sul pane, mescolate bene e lasciatelo ammorbidire per 1 ora mescolandolo di tanto in tanto girando dal basso verso l’altro cosicché il liquido inumidisca bene tutto il pane.

Trascorso questo tempo il pane deve risultare infatti umido ma non deve sbriciolarsi (se vi appare ancora duro prolungate il tempo di riposo nel latte diversamente strizzatelo un pò per eliminare un pò di latte).

Nel frattempo sminuzzate il prezzemolo, lo scalogno e tritate finemente lo speck.

In un tegame fate sciogliere il burro ed appassitevi lo scalogno, aggiungete il prezzemolo, lo speck cuocete per poco poi spegnete il fuoco, fate raffreddare un pò ed unite anche il pane.

A parte sbattete con la forchetta le uova, aggiungete sale, pepe, la noce moscata amalgamate con la farina ed il parmigiano, versate il liquido sul pane e lavorate il tutto fino ad ottenere un impasto morbido, lasciatelo riposare per circa 30 minuti.

Impastate con le mani bagnate i canderli di circa 8-10 cm di diametro, passateli poi nella farina e teneteli da parte.

Mettete sul fuoco il brodo, portatelo a bollore, versateci i canederli, abbassate la fiamma e fate cuocere per 15-20 minuti, quando verranno a galla vuole dire che sono pronti.

Ora serviteli ben caldi nel brodo oppure nel burro fuso cosparsi con del parmigiano.

Canederli allo speck in brodo
Canederli allo speck in brodo

Procedimento Bimby:

Mettete il pane secco nel coperchio chiuso, tritate 6 sec./vel. 5, versatelo in una terrina e tenetelo da parte.

Tritate anche lo speck. 5 sec./vel. 5 e tenete anch’esso da parte.

Sempre nel coperchio chiuso mettete lo scalogno ed il prezzemolo, tritate 3 sec./ve.l 6, aggiungete il burro ed insaporite 3 min/Varoma/vel.1

Unite il latte e scaldate 1 min. e 30 sec./60°/vel.1

Incorporate il pane tritato, le uova, il sale, il pepe, la noce moscata, lo speck mescolate 15 sec./Funzionamento in senso antiorario/vel.3 aiutandovi a girare anche con la spatola dal foro nel coperchio.

Trasferite l’impasto in una terrina e con le mani inumidite formate le palline di canederlo, passatele nella farina e disponetele nel recipiente del Varoma precedentemente oliato.

Versate il brodo nel coperchio chiuso, mettere il coperchio e posizionatevi sopra il Varoma, cuocete 30 min/Varoma/vel.1.

Servite con il brodo rimasto e con del burro fuso cosparsi di parmigiano.

 

Se non vuoi perdere le prossime ricette metti il Like e segui la mia pagina  Facebook Cucinaserena Instagram e Twitter

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *