Cestini fiore di pasta matta con cavolo nero

Cestino di pasta matta con cavolo nero e ricotta a forma di fiore
Cestino di pasta matta con cavolo nero a forma di fiore

Questa torta al cavolo nero è una ricetta della mia amica Roberta, gliel’ho vista preparare la scorsa primavera quando sono andata a trovarla a Montclair dove vive, non mi era mai venuto in mente di impiegare questa verdura per fare una torta rustica prima ma il risultato mi ha sorpreso.

Estremamente veloce e pratica da realizzare è una ricetta ideale per chi, come lei, corre a scuola per prendere i figli e portarli alle attività sportive per poi tornare a fine giornata a casa con la cena ancora da improntare e la famiglia da “sfamare”, quale piatto più indicato per mettere d’accordo tutti e far mangiare anche ai più piccoli la verdura se non una torta salata?

Vista la stagionalità del Kale (come lo chiamano negli States) che si trova facilmente in questo periodo sui banchi del mercato, l’ho comprato per replicarla con qualche aggiustamento personale. Ho realizzato infatti dei cestini monoporzione a forma di fiore anziché la classica torta ed ho utilizzato la pasta matta al posto della briseè, un antipasto che ha riscosso meraviglia e successo in famiglia.

Se vi piace l’idea ecco qui come realizzare questi graziosi cestini ripieni..

Tempo 35 minuti
persone quantità 3

Ingredienti:

  • 1 dose di pasta matta (vedi qui)
  • 200 gr di cavolo nero
  • 200 di ricotta vaccina
  • 70 gr di parmigiano
  • 1 uovo
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • Noce moscata q.b.
  • Olio evo q.b.
  • 1 spicchio di aglio
  • ½ bicchierino di latte (facoltativo)
  • Semi di sesamo neri per decorare (facoltativi)

Preparazione:

Pulite il cavolo nero eliminando la costa centrale dura, lavate le foglie tamponatele con della carta assorbente da cucina poi tagliatele a listarelle.

Versate due cucchiai di olio evo in una padella capiente dai bordi alti (tipo wok) aggiungete l’aglio e fatelo rosolare poi toglietelo, inserite le striscioline di cavolo nero e salate.

Fate cuocere un paio di minuti girando spesso le foglie con un movimento circolare dal basso verso l’altro in modo che cuociano uniformemente poi abbassate la fiamma, coprite con un coperchio e fate cuocere ancora fintanto che le foglie non saranno morbide (se la verdura risultasse troppo umida fate cuocere un minuto in più senza coperchio). Spegnete la fiamma e fate raffreddare completamente.

Nel frattempo setacciate la ricotta in una terrina (consiglio di prenderne una di buona qualità), aggiungete la noce moscata (circa 1 cucchiaino da te) e mescolate.

In una ciotolina sbattete l’uovo, aggiungeteci il pepe poi versatelo nella ricotta setacciata, inserite anche il parmigiano e mescolate bene (in questa fase se la ricotta risultasse troppo asciutta aggiungete ½ bicchierino da caffè di latte).

Versate quindi anche il cavolo nero dopo averlo sminuzzato grossolanamente con un coltello.

Mescolate bene il tutto per avere un composto omogeneo e tenete da parte.

Stendete ora la pasta matta sottile poi con un cutter (o con un coppapasta) ricavate delle forme (io a fiore) ed alloggiatele negli incavi di uno stampo da muffin premendo con le dita per far aderire la pasta sui bordi e sul fondo onde evitare che si formino bolle durante la cottura.

A questo punto riempite ciascuna cavità con il composto di ricotta e cavolo fino al bordo, decorate con semi di sesamo nero (operazione che potete anche omettere) versateci un filo di olio evo ed infornate a 180° per 20/25 minuti.

Consumare tiepidi.

cestini di pasta matta a forma di fiore ripieni di cavolo nero e ricotta da cuocere
cestini di pasta matta a forma di fiore ripieni da cuocere

Nota: La pasta matta è croccante appena cotta ma nei giorni successivi diventa un po’ gommosa per via dell’elasticità, è consigliabile quindi consumare questo antipasto nella stessa giornata in cui l’avete preparato.

 

 

Per non perdere le prossime ricette metti il Like e segui la mia pagina  Facebook Cucinaserena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.