Ciambelline al vino rosso

ciambelline-al-vino-rosso-blankEssendo romana di nascita ogni tanto capita di fare una giro alle fraschette dei Castelli Romani (per chi non le conoscesse altro non sono che tipiche osterie locali), soprattutto in questo periodo in cui le temperatura si sono improvvisamente alzate e l’aria fresca e pungente delle alture laziali fa piacere.

Ecco in una di queste “scampagnate” a fine pasto ci hanno portato le tipiche ciambelline al vino ma a differenza delle altre che di solito si fanno con il bianco erano fatte con il vino rosso ed avevano quindi un gusto più deciso.

Poichè sono un’amante di questo tipo di biscotto non mi sono fatta sfuggire l’occasione di carpirne la ricetta; per mia fortuna la moglie dell’oste che le aveva preparate è stata così gentile da fornirmela ed oggi la condivido con voi.

Fare queste deliziose ciambelline-biscotto è facile (non si deve pesare nulla!), veloce ed il risultato è garantito.

Ecco come si fanno..

Tempo 40 min
persone quantità  25/30 pz

Ingredienti
1 bicchiere di vino rosso (di qualità)
1 bicchiere di olio evo
1 bicchiere di zucchero semolato (+ q.b. per ricoprire le ciambelline)
4/5 bicchieri di farina 00
1 cucchiaino di lievito per dolci
1 pizzico di sale
la punta di un cucchiaino di bicarbonato

Preparazione:
In una ciotola versate i primi 3 ingredienti (vino, olio e zucchero) ed amalgamate con un cucchiaio di legno fintanto che lo zucchero non si sarà sciolto.

A questo punto aggiungete poco alla volta la farina facendo assorbire un bicchiere prima di aggiungere il successivo (io mi sono aiutata con un mestolo di legno per questa operazione), il lievito, il sale, la punta di bicarbonato.

Come avrete notato la quantità di farina varia perchè non tutte hanno la medesima resa di solito però 4 bicchieri e mezzo sono sufficienti, se non così aggiungetene ancora un pò tenendo presente che l’impasto dovrà risultare elastico e leggermente appiccicoso.

A questo punto prendete dei pezzetti di pasta e con i palmi formate dei rotilini lunghi e sottili che potrete curvare e congiungere alle estremità dandogli la classica forma della ciambellina oppure, come ho fatto io, incrociare due rotolini come fosse una treccia a 2 fili e congiungere le estremità, passare poi uno solo dei due lati in una ciotola con lo zucchero semolato.

Mentre vi dedicate a questa operazione accendete il forno a 180°.

Posizionare le ciambelline su di una leccarda ricoperta di carta forno ed infornate a 180° a forno statico per 15/20 minuti.

Sfornate e fate raffreddare prima di consumare.

Nota: Ad onor del vero la ricetta classica, che sia con vino bianco o rosso, prevederebbe anche 1/2 cucchiaino di semi di anice che andrebbero ammorbiditi nel vino (oppure in alternativa 1/2 bicchierino di sambuca) io ho preferito non metterli perchè trovo il loro sapore un pò forte e non avevo neppure la sambuca  ma se lo gradite potete aggiungere uno dei due ingredienti all’impasto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.